Storia d'amore

Nei suoi occhi ho visto subito l'amore e i bambini che avremmo avuto insieme

Di mammenellarete
coppiagiovane

02 Settembre 2015 | Aggiornato il 27 Dicembre 2017
Quando avevo 16 anni conobbi un bellissimo ragazzo, che aveva tre anni più di me. Era splendido: tante ragazze gli correvano letteralmente dietro. Dopo l'estate lui ripartì e ci perdemmo persino di vista. Dopo tanti mesi per caso ci incontrammo un giorno, per caso, in un centro commerciale. Fu un incredibile gioco del destino: ci ritrovammo proprio nello stesso punto e nello stesso momento, a distanza di mesi dal nostro primo incontro. Da quel momento non ci siamo più lasciati e ora siamo in quattro.

Facebook Twitter Google Plus More

Avevo 16 anni. Ero poco più che una ragazzina. Era appena arrivata l'estate e decisi di trascorrere qualche giorno d'estate da mia cugina.

 

Nel paese in cui lei viveva conobbi un bellissimo ragazzo, che aveva tre anni più di me. Era splendido: tante ragazze gli correvano letteralmente dietro.

 

Tra noi nacque subito una bella amicizia, ma niente di più. In più, lui era fidanzato nel luogo in cui faceva il militare.

 

Dopo l'estate lui ripartì e ci perdemmo persino di vista. Io iniziai a non pensare più a lui. "Occhio non vede, cuore non duole", recita un famoso detto.

 

Dopo tanti mesi per caso ci incontrammo un giorno, per caso, in un centro commerciale. Fu un incredibile gioco del destino: ci ritrovammo proprio nello stesso punto e nello stesso momento, a distanza di mesi dal nostro primo incontro.

 

Da quel momento iniziò tutto. Nel frattempo lui aveva lasciato la fidanzata. Iniziammo a vederci e a sentirci. Lui prese la patente e lo trasferirono più vicino a far servizio.

 

Trascorse un anno e noi già avevamo iniziato a fare dei progetti insieme. Io avevo 17 anni e mezzo, perciò decidemmo di fidanzarci ufficialmente, anche perché lui era di un altro paese e non volevamo avviare pettegolezzi sul nostro conto.

 

Lui cambiò lavoro. Decidemmo di sposarci appena avrei compiuto 18 anni. Lui ne aveva 21 e aveva un lavoro fisso. i miei genitori non erano per niente d'accordo, mi dicevano che ero troppo piccola.  

 

Stavo bene con i miei genitori, non mi mancava nulla. Per questo motivo loro non si aspettavano che sarei andata via così presto. Fu una fatica sopratutto far capire a mio padre che ero convinta della mia decisione. Alla fine ci sposammo in comune il giorno in cui compii 18 anni.

 

Era il 6 ottobre del 2007. Due anni dopo arrivò il nostro primo figlio e dopo altri tre anni la nostra seconda figlia. Sono trascorsi otto anni di matrimonio e rifarei ancora tutto quello che ho fatto. Sono felice e sto benissimo. Spero che sarà sempre così. Siamo una famiglia molto unita: otto anni di matrimonio, un bimbo di sei e una bimba di tre. Meglio di così non si può...

 

di Antonella

 

(storia arrivata come messaggio privato sulla pagina Facebook editata dalla redazione)

Ho conosciuto il vero amore a 13 anni. A lui ho dato il primo bacio
L'amore non ha età e può superare ogni ostacolo
Coppia mista: nostra figlia ha tirato fuori il meglio di noi

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it 

LE ULTIME STORIE