Gemelli

Mio fratello gemello scomparso mi ha fatto un dono: mio figlio Simone

Di mammenellarete
neonato

29 Giugno 2016 | Aggiornato il 03 Novembre 2017
Nel 1988 con taglio cesareo venimmo alla luce io e mio fratello Simone. Dopo soli quattro giorni il mio gemello morì. Erano preparati a questo, ma fu ugualmente una tragedia. Io crebbi felice e piena di amore, ma mi mancava qualcosa. Crebbi e quando finalmente rimasi incinta dissi a mio marito che mi sarebbe piaciuto molto chiamarlo Simone se fosse stato un maschietto. Mio marito fu d'accordo. Così il 17 Aprile 2012 è nato il mio Simone. E' stato un dono del mio fratello gemello scomparso.

Facebook Twitter Google Plus More

La mia storia inizia con quella di mio fratello Simone. Dopo il matrimonio mia madre rimase incinta. Quando fece la prima ecografia si accorsero che eravamo in due. La gravidanza non fu uno splendore, mia madre ebbe molta nausea e preoccupazioni.

 

Al quarto mese di gravidanza il ginecologo si accorse che c'era qualcosa che non andava in uno dei due gemellini. Fu mandata così al Gaslini a Genova e lì ebbe la triste diagnosi: un feto di sesso maschile aveva il cervello ricoperto da soltanto un velo e non aveva la calotta cranica. Le dissero che non sarebbe vissuto a lungo.

 

L'altro feto di sesso femminile stava bene. Fare un aborto selettivo? Neanche a pensarci perché avrebbe rischiato anche il feto sano, quindi decise di portare avanti tutta la gravidanza mettendosi completamente nelle mani del signore.

 

Il 7 ottobre 1988 con taglio cesareo venimmo alla luce io e mio fratello Simone. Dopo soli quattro giorni il mio gemello morì. Erano preparati a questo, ma fu ugualmente una tragedia. Io crebbi felice e piena di amore ma mi mancava qualcosa.

 

Sentivo che mi mancava una parte di me. Non sapevo ancora niente perché ero troppo piccola, ma io cercavo e desideravo continuamente un FRATELLO, non una sorella. Quando crebbi e fui in grado di capire mi spiegarono dell'esistenza e della morte del mio gemello, così riuscii a capire cosa era ciò che mi mancava.

 

Spesso di notte lo sognavo, in realtà credo fosse proprio lui a venirmi a trovare in sogno. A molti potrà sembrare folle, ma io sentivo il legame. Fin da piccola mi promisi che se avessi avuto un figlio maschio, si sarebbe chiamato come lui. Simone.

 

Per avere il primo bimbo ci vollero tre anni, tra accertamenti e cure e quando mi veniva a trovare in sogno mio fratello, io gli dicevo di quanto sarei stata felice se avessi avuto un bambino.

 

Quando finalmente rimasi incinta dissi a mio marito che mi sarebbe piaciuto molto chiamarlo Simone se fosse stato un maschietto. Mio marito fu d'accordo. Così il 17 aprile 2012 è nato il mio Simone. Da quel momento mio fratello non mi è venuto a trovare più in sogno: mi ha regalato la metà che mi mancava. 

 

di Sabry

 

(storia arrivata come messaggio privato sulla nostra pagina Facebook)

Ti potrebbe anche interessare:

Arrivano due gemelli, ora ho quattro figli e una bella famiglia 

Sono una fiera mamma di tre gemelle

Infertilità senza causa per 8 lunghi anni 

 

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it  

LE ULTIME STORIE