mamme solidali

Inizia la scuola: regala il diritto all'istruzione delle bambine nel mondo

Di mammenellarete
educazione-bambine-in-india-400
12 Settembre 2011
La scuola è ormai iniziata in tutta Italia, per questo, in onore di questo importantissimo evento nella vita dei nostri figli, abbiamo deciso di segnalarvi un'iniziativa per favorire l'istruzione delle bambine in zone del mondo in cui ancora non è un diritto.
L’educazione è uno dei Diritti fondamentali dell’Umanità. Secondo i dati dell’Unicef, nel mondo ci sono oltre 130 milioni di giovani che non hanno accesso all’istruzione primaria, di questi, 73 milioni sono bambine, concentrate negli Stati più poveri del pianeta.Uno dei Paesi con il tasso di istruzione femminile più basso al mondo è l’Afghanistan, dove, nelle zone rurali, l’analfabetismo tra le donne raggiunge il 90% e solo il 18% delle giovani ha ricevuto un’istruzione anche a causa delle restrizioni imposte dal regime talebano (UNICEF).
Facebook Twitter More

Ti potrebbero interessare anche...

Consentire a ogni bambino e a ogni bambina di accedere alla scolarizzazione di base, ed eliminare la diseguaglianza di genere nell’educazione, sono due tra i primi Obiettivi del Millennio siglati dall’ONU, fondamentali per costruire una società più attenta ai diritti di ogni persona. Povertà, tradizioni culturali e mancanza di strutture sono le cause principali che tengono lontane le bimbe dalla scuola anche in India, privando le comunità di una immensa fonte di sviluppo e benessere. Sono 70 milioni le bambine nel mondo che non possono andare a scuola.

A causa di povertà, tradizioni obsolete, mancanza di mezzi , le famiglie tengono lontane le figlie femmine dall’educazione scolastica, destinandole alla cura della casa e della famiglia o al matrimonio in età precocissima. Eppure, per i Paesi in Via di Sviluppo, investire sulla scolarizzazione delle bambine è uno dei mezzi più efficaci per sradicare la povertà, rafforzare la democrazia, migliorare il benessere e il progresso economico e culturale di tutta la società. L’istruzione è fondamentale per eliminare tutte le forme di discriminazione di cui le donne sono vittime nel mondo, ed è necessaria per migliorare le condizioni di vita, di salute e di lavoro della popolazione femminile.

  • Una bambina istruita corre meno il rischio di contrarre matrimoni precoci. Una bambina su 7, nei Paesi in Via di Sviluppo, viene promessa/data in sposa entro il compimento dei 15 anni (Population Council 2007). Il matrimonio in età giovanile abbassa enormemente l’età della prima gravidanza, portando 16 milioni di adolescenti a partorire ogni anno, con conseguenze spesso letali anche per il bambino.
  • L’educazione riduce il tasso di mortalità materno infantile perché consente alle future donne di acquisire informazioni vitali sulla propria salute - soprattutto durante la gravidanza - sulla propria vita riproduttiva, e su come evitare il contagio con malattie e virus sessualmente trasmissibili, primo tra tutti l’HIV
  • Maggiore è il livello di istruzione, minore è il rischio per una bambina, di essere instradata sulla via della prostituzione o della tratta che coinvolge ogni anno migliaia di giovani
  • L’educazione rende una futura donna più consapevole dei propri diritti, e meno vulnerabile alla violenza, ai soprusi e alle discriminazioni. Saprà riconoscere la violenza e affrontarla con gli strumenti corretti per evitare di essere emarginata e impedire che gli abusi vengano considerati una consuetudine che non è possibile eliminare.
Fondazione Pangea lavora da anni in Paesi ad alto tasso di analfabetismo femminile, causa primaria di discriminazione e violenze. Con 40 euro  è possibile assicurare a una bambina dei progetti di Pangea in India un anno di scuola, comprensivo di retta scolastica, libri, quaderni e penne per le lezioni, divisa e tutto il necessario per la frequenza.  Viene inoltre assicurato un accompagnamento alle bambine disabili con le quali Pangea lavora a Calcutta. Poter andare a scuola, per una bambina significa avere gli strumenti necessari per essere meno esposta a violenze, abusi e discriminazioni. L’istruzione assicura alle future donne e ai loro figli una vita migliore, più sicura e tutelata, accresce la consapevolezza sui propri diritti, e riduce i rischi che mettono maggiormente in pericolo la loro incolumità e il loro benessere: matrimoni troppo precoci (sono 60 milioni le spose bambine nel mondo), gravidanze nel periodo dell’adolescenza con gravi conseguenze per la salute di mamma e neonato, contagio con il virus dell’HIV.

Se vuoi vere maggiori informazioni: Pangea

Ti potrebbero interessare anche...

LE ULTIME STORIE