Separazione

Mamma single a 18 anni: la relazione difficile con il padre di mio figlio

Di mammenellarete
separazione

28 Ottobre 2016 | Aggiornato il 19 Febbraio 2018
Rimasi incinta quando avevo 18 anni. Ma il papà di mio figlio, dopo il parto, non ci restò accanto sempre. Ebbi molti problemi con lui, tanto che ci lasciammo. Così passarono i mesi, che sono diventati anni. Con molta pazienza ho affrontato tutto, anche le mille domande di mio figlio sul perché io e il papà non stavamo insieme. Ora lui ha 9 anni e questo fine settimana starà con il papà. Lui è risposato e ha una bimba di 3 anni, sua moglie è adorabile e siamo diventate amiche.

Facebook Twitter Google Plus More

Avevo 18 anni quando rimasi incinta di mio figlio. Naturalmente non fu una gravidanza voluta, ma un errore di due ragazzi incoscienti. Ci prendemmo le nostre responsabilità e tenemmo il bambino, ma mentre noi donne per natura una volta diventate mamme sentiamo il peso del dovere e l'istinto materno verso il nostro piccolo, per gli uomini non è sempre così scontato.

 

Così mi ritrovai sola a fare la mamma. Con il padre del bambino interessato più a una partita di pallone tra amici o a un'uscita piuttosto che a passare del tempo con noi. Non mi dava neanche i soldi necessari per comprare le cose al bambino e così dovevo gravare in tutto sulla mia famiglia. Ma dopo un anno decisi che non era questa la vita che volevo né per me né per mio figlio.

 

Così nonostante le critiche dei "parenti serpenti" parlai con lui dicendogli che lo stavo lasciando. Lui mi picchiò dicendomi che non potevo farlo. Ero terrorizzata e credevo non mi avrebbe lasciato andare, il bimbo nell'altra stanza piangeva fortissimo e alla fine mi lasciò per andare da lui. Io piangevo. Presi il bambino e me ne andai. Per un mese non risposi al telefono e quando finalmente il suo atteggiamento da aggressivo divenne docile decisi di parlarci e di rivederci per fargli vedere il bimbo.

 

Quando lo vidi piangere mentre abbracciava il piccolo mi sentii male pensando al mio comportamento. Decisi che non avrei mai ostacolato il loro rapporto. Io ho un papà stupendo e so quanto è importante avere una figura paterna nella vita. Il peggio arrivò quando divenne isterico al pensiero che io potessi rifarmi una vita.

 

Facemmo telefonate di ore: mi diceva di stare attenta alla persona che avevo vicino, che avrebbe chiesto l'affidamento del bambino ecc. Gli dissi che o accettava questa situazione oppure mi vedevo costretta a parlare io con un avvocato perché il bambino, avvertendo questo astio, non voleva neanche più parlare al telefono con lui.

 

Il bimbo compì tre anni. Con molta pazienza le cose tornarono tranquille e anche se all'inizio il bambino piangeva nell'andare con il papà, io con il cuore a pezzi lo accompagnavo giù, promettendogli di telefonargli ogni sera e dicendogli che doveva essere contento perché avrebbe visto anche i nonni e il cagnolino.

 

Così passarono i mesi, che sono diventati anni. Con molta pazienza ho affrontato tutto, anche le mille domande di mio figlio sul perché io e il papà non stavamo insieme. Ora lui ha 9 anni e questo fine settimana starà con il papà. Lui è risposato e ha una bimba di 3 anni, sua moglie è adorabile e siamo diventate amiche. In lei ho visto una ragazza come me, semplice e che ama la famiglia e vuole bene anche a mio figlio in una maniera... che non so capire o forse sì, perché sono anche io una mamma e tutti i bambini sono uguali per me. Ci sentiamo sempre e sono tranquilla quando mio figlio è da loro soprattutto perché c'é anche lei.

 

Anche io ho un altra bimba di 1 anno e a volte, anche se raramente, per la distanza passiamo la domenica tutti insieme. Non vi dico la gioia negli occhi di mio figlio nel vedere tutti insieme. Io, il papà, il mio compagno, le sorelline. Tutti, una volta ogni tanto, insieme!

 

di Elisa

 

(storia arrivata sulla nostra pagina Facebook, editata dalla redazione)

Ti potrebbe interessare: 


Da mammenellarete.it:
A soli 18 anni ho scelto di andar via dall'Italia per sempre per amore di mio figlio
Incinta a 18 anni. Se avessi potuto, avrei avuto i miei bimbi anche prima!
Mamma a 18 anni: felice anche se ho dovuto rinunciare al diploma

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it  

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

LE ULTIME STORIE