Festa della donna

Lettera ad un bimbo di 3 mesi da parte di una mamma... e donna!

Di mammenellarete
mimosa

08 Marzo 2018
Ecco una lettera a mio figlio, che ha solo tre mesi. Nella giornata in cui si celebra la donna, scrivo a lui per augurargli che possa capire l’importanza del rispetto delle donne. A lui auguro anche, quando sarà grande, di rileggere questo mio scritto e di tramandare il messaggio positivo a suo figlio. Perché è la donna che dà vita e nobilita l’uomo.

Facebook Twitter Google Plus More

“Nella giornata in cui si celebra la donna,

voglio scrivere a te, bimbo mio, dalla tenera età.

Ti scrivo perché al momento non c’é che futuro in te e mi auguro che tu possa capire l’importanza del rispetto delle donne.

 

Donna è tua mamma, donna è tua nonna, donna lo sarà la tua compagna di studio o di lavoro, donna lo sarà colei che ti amerà e che amerai.

La Donna, figlio mio, va sempre capita, rispettata e corteggiata. Sì lo raccomando a te, nel tuo primo anno di vita, così come a trent’anni o cinquanta.

 

A te che adesso mi guardi con i tuoi occhioni innocenti e mi regali quei sorrisi che sciolgono il cuore di qualunque donna che, per strada, hai incontrato in questi tuoi primi 3 mesi di vita.

 

Ti auguro che questo effetto magico possa continuare tutta la vita.

Ti auguro di riuscire a farle sorridere, le donne, di sfiorarle con dolcezza, di parlare loro con rispetto e complicità e mai con arroganza, presunzione o superiorità ma soprattutto di non rivolgere loro, mai, alcuna forma di forza o violenza.

 

A te, figlio mio, auguro di cogliere a pieno quella tua diversità di essere Uomo nel rispetto dell’essere donna e di capirne la rara sensibilità e nobilità di sesso.

 

A te, infine, bimbo mio, auguro di rileggere questo mio scritto quando anche tu avrai la mia età e, finalmente uomo, saprai tramandare questo messaggio positivo a tuo figlio. Perché è la donna, figlio mio, che dà vita e nobilita l’uomo”.

 

di Flavia

 

(arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it  

LE ULTIME STORIE