Sids

La mia bambina portata via dalla Sids a sei mesi. La mia dolorosa esperienza

Di mammenellarete
fotobnrosaorsacchiotto

06 Febbraio 2019
Era qualche giorno prima di Natale e adagiai la mia piccola Chiara, sei mesi, nella sua culla. Poco dopo si addormentò e io mi misi a sistemare la cucina, mentre mio marito si faceva una doccia. Avevo una sensazione strana addosso... Tornai dopo poco nella stanza dov'era la bimba, mi avvicinai alla culla e vidi che Chiara non c'era più. Era diventata in 15 minuti un angelo. Urlai tanto da non avere più voce. Dopo un dolore immenso sono lentamente tornata a vivere e ora sono mamma di quattro splendidi bambini. Ma non c'è giorno che io non pensi a lei.

 

Facebook Twitter Google Plus More

La mia Chiara, un angelo meraviglioso. Nel giugno del 2008 diventai mamma di una bellissima bambina che chiamammo Chiara. Lei è stata la mia salvezza perché soffrivo da anni di anoressia e mi avevano dato anche poche probabilità di diventare mamma. Invece lei è arrivata quasi subito. Avevo 25 anni e lei era il mio tutto.

 

Chiara cresceva bene ed era una bambina sana, mangiava e dormiva. Sei mesi passati con lei volarono: mai una notte in bianco, mai un sintomo che mi faceva presagire che da lì a poco lei sarebbe diventata una bambola di sabbia.

 

Era il 22 dicembre in casa ed era tutto addobbato a festa per lei. Sarebbe stato il suo primo Natale. La sera verso le 21, dopo aver mangiato e fatto un bagnetto rilassante, adagiai Chiara nella sua culla. Poco dopo si addormentò e io mi misi a sistemare la cucina, mentre mio marito si faceva una doccia. Avevo una sensazione strana addosso...

 

Quindi andai in camera a guardare la mia bimba ed entrando nella stanza sentii un gelo nel sangue. Appena mi avvicinai alla culla vidi che Chiara non c'era più. Era diventata in 15 minuti un angelo... Urlai tanto da non avere più la voce. Mio marito uscì dalla doccia e scappò subito subito da noi. Tentò di rianimarla ma la sua testina, le sue braccine e le sue manine chiuse a pugno non avevano più vita.

 

Era diventata una bambola di sabbia. Chiara era andata via per colpa della Sids. Maledetta Sids che non dà nessun cenno. Arriva a ciel sereno e porta solo una tempesta. Esami autoptici hanno confermato che fu morte in culla.

 

Chiara è morta ed era sana. È andata via senza un Perché lasciandomi nello sconforto totale. Lei era il mio tutto. Lei era tutto. Trascorsero giorni, mesi e anni devastanti. Andai alla ricerca di informazioni sulla morte in culla e mi accorsi che non ne sapevo nulla e che se avessi saputo forse avrei potuto strapparla dalla Sids... o forse no...

 

Grazie all'associazione di cui oggi faccio parte "suid & sids Italia onlus" ho conosciuto madri che come hanno vissuto questo dolore e so che oggi la sids si può sconfiggere seguendo piccole accortezze con il nostro bambino.

 

Oggi, dopo 10 anni, sono mamma di Aurora di 9 anni, di Alessandro di 6, di Gabriele di 3 e di Sofia che ha 7 mesi. Oggi sono tornata a sorridere alla vita anche se lei avrà sempre un posto speciale nel mio cuore. Lei mancherà sempre e sarà sempre il mio ultimo pensiero della sera e il primo della mattina.

 

Oggi sono una mamma in cielo e in terra, sono una mamma speciale come tante mamme. Devo dire grazie anche all'amore di mio marito perché è stato lui che giorno dopo giorno mi ha aiutato a rialzarmi e a credere in un futuro ancora bello e sereno.

 

di Mamma Valentina

 

TI PUO' INTERESSARE:

 

Sids, tutto quello che c'è da sapere sulla morte in culla e 10 consigli per prevenire la Sids

 

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

 

Leggi anche le storie: Il mio mondo mi è crollato addosso e Ho la sclerosi multipla da 17 anni e sono mamma di 3 bambini

LE ULTIME STORIE