Rotavirus

Rotavirus: la bimba vomitava continuamente. Solo in ospedale si è ripresa

Di mammenellarete
bimba
28 Maggio 2019
Tempo fa la mia bimba di due anni iniziò a stare davvero male: vomitava continuamente e fummo costretti a portarla in ospedale. I medici ci dissero che aveva contratto il rotavirus: era completamente disidratata e aveva le allucinazioni. Per fortuna dopo quattro giorni di ospedale la febbre sparì e, allo stesso modo, tutti i sintomi. Tornammo a casa e seguimmo una stretta dieta per la convalescenza.
Facebook Twitter More

Pensavamo fosse una banale influenza. La nostra bimba aveva poco più di 2 anni quando iniziarono a manifestarsi difficoltà di addormentamento. Capii solo dopo che era infastidita.

 

Una notte mio marito si alzò di scatto e corse nella cameretta perché aveva sentito degli strani rumori, quasi come se la piccola stesse soffocando con il vomito durante il sonno. Ed era così... Mio marito giunse in tempo. Le facemmo una doccia veloce per togliere lo sporco e decidemmo di tenerla con noi nel lettone.

 

Durante la notte gli episodi di vomito si ripeterono raggiungendo circa 13 scariche in poche ore. La mattina chiamai la pediatra che mi disse di correre al pronto soccorso, perché le scariche erano davvero troppe e la bimba proprio non riusciva ad idratarsi poiché subito rimetteva.

 

La portammo e la ricoverarono nel giro di pochissimo a causa di una forte disidratazione. Le si alzò improvvisamente la febbre in ospedale, raggiungendo i 40, se non sbaglio. Chiaramente le vennero fatti esami ematici e delle urine. I medici scoprirono che era proprio rotavirus.

 

Le misero le flebo per reidratarla perché le scariche continuavano anche in pediatria. Cominciò così anche la dissenteria. La piccola stava talmente male che non mangiava, aveva allucinazioni e o piangeva disperata, o dormiva.

 

Ebbero difficoltà a metterle persino la flebo: aveva le vene secche che continuavano a spaccarsi. Alla fine la misero nel piedino. Dopo quattro giorni di ospedale la febbre sparì e con lei tutti i sintomi. Tornammo a casa e seguimmo una stretta dieta per la convalescenza. Nel giro di 10 giorni si riprese del tutto. Spero di poter essere utile con questo mio racconto.

 

di Jessica Larissa

 

(storia arrivata sulla pagina Facebook di Nostrofiglio.it)

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it  
LE ULTIME STORIE