Home Storie Il primo anno

La vita... porta il nome di mia figlia!

di mammenellarete - 19.05.2014 - Scrivici

neonato-ospedale1.180x120
Erano solo passati 2 mesi e 20 giorni dalla sua nascita (scrivo solo perché il tempo è volato) quando un giorno, dopo pranzo, vedo comparire delle chiazze rosse sul corpo della mia piccola. Subito chiamo mio marito (che stava a lavoro) per dirgli di venire a casa per andare dal pediatra. Tempo una mezz'oretta e arrivò. Ma nel frattempo le chiazze erano comparse in tutto il corpo: dalla testa ai piedi. Non sapevo cosa pensare... se fosse allergia (ma a cosa??) o magari sfogo della pelle? Ero confusa e molto spaventata. Arrivati dal pediatra subito entriamo a visita

e ricordo benissimo cosa mi disse:

"Signora, non si preoccupi: è la SESTA MALATTIA".

Allora, rassicurata, ritorno a casa. Cerco su internet "sesta malattia" e in effetti i sintomi che aveva la mia piccola combaciavano esattamente in ciò che stava avendo... però la cosa non mi convinceva fino in fondo.

Quindi su internet guardo le immagini delle chiazze: ERANO DIVERSE. E in più la sesta malattia viene dal sesto mese in poi.

Quindi presa dalla preoccupazione anche perché mia figlia stava abbattutissima, decido di chiamare un pediatra privato... dalle 4 del pomeriggio si fanno le 19 di sera e finalmente arriva il pediatra.

Appena la vide, l'espressione cambiò.

E mi fece solo una domanda.

- "DA QUANTO TEMPO HA QUESTE CHIAZZE?"

- "DALLE 13,30 /14 CIRCA".

- "SIGNORA...SI SIEDA. SUA FIGLIA HA LA SEPSI VIRALE. È UN BATTERIO CHE SI INSEDIA NEL SANGUE E CHE AL 80% PORTA ALLA MORTE!"

Io ero sconforta... spaventata, arrabbiata, delusa, abbattuta, scoraggiata.

Ricordo che non dissi più una parola... ma uscirono solo tante lacrime... volevo morire!

Il pediatra mi diede delle cure rassicurandomi che mia figlia stava ancora allo stato iniziale e che se avessi seguito alla lettera le sue cure e con l'aiuto di Dio ne saremmo usciti.

Il pediatra se ne andò dicendomi che ci saremmo aggiornati domani.

Non credevamo a ciò che stava capitando alla nostra bambina.

Ripresi maledettamente internet e scrissi SEPSI VIRALE. E non vi dico ciò che era scritto: mia figlia doveva essere già morta o magari con lesioni celebrali...

Distrutta, mio marito mi costrinse a portare la piccola al pronto soccorso.

Appena la videro, non mi fecero neanche fare la fila e compilare la scheda. Subito in pediatria d'urgenza!

Fecero subito le analisi: i risultati erano drastici fino al terzo giorno di ricovero.

Nessuno sapeva dirmi che cavolo aveva mia figlia. L'hanno visitata in tre (SPECIALISTI) e nessuno sapeva dirmi niente.

Ricordo solo che la forza di mio marito e il sorriso di mia figlia mi davano coraggio e speranza, ma dentro me esisteva solo il pensiero della morte... e pregavo Dio affinché non me la portasse via...!

Quarto giorno d'analisi: ancora bilirubina altissima e valori alterati. E mi fanno credere che questo batterio avesse colpito il fegato.

Quinto giorno di ricovero. Ancora analisi... ancora la biriburbina alterata e altri valori del fegato.

Distrutta rientro in camera e trovo mia figlia allegra più che mai che ride e scherza... e che mi guarda con quegli occhioni pieni di voglia d vivere. Allora tutta la paura in me all'improvviso scomparve e subentrò il coraggio di combattere per lei e per me.

LA MIA VITA PORTAVA (E PORTA ) IL SUO NOME.. non potevo più stare lì a guardare!

Mi metto ad urlare nel corridoio.

MI DITE CHE BIP HA MIA FIGLIA?

Allora un medico mi prese e mi disse che aveva un'allergia dovuta non si sa a cosa.

Dopo solo 5 minuti un altro medico prese mio marito e disse che mia figlia aveva preso la sepsi, che aveva già colpito il fegato e che dovevamo prepararci al peggio (tutto questo senza fare neanche un eco) . E non è finita qui: un terzo medico venne in stanza e ci disse che era sesta malattia e che era perfettamente guarita!

IO ERO SCIOCCATA!

DECIDIAMO DI FIRMARE E DI DIMETTERE MIA FIGLIA.

USCITI, IN MACCHINA CHIAMO IL PEDIATRA PRIVATO... nello stesso momento lui chiamò me.

È rimasto senza parole, venne subito a visitarla e vedendo la cartella clinica (fotocopie) mi consigliò di fare un'eco al fegato, pancreas e milza.

D'urgenza subito, tramite conoscenze, abbiamo fatto quell'eco.

Il medico mentre la faceva... mi disse:

- "PERCHE' LA STA FACENDO?"

E SPIEGAI CIÒ CHE MI ERA SUCCESSO IN QUESTI 6 GIORNI D INFERNO!

ALLORA IL MEDICO SI MISE A RIDERE E MI DISSE NON SO SE È UN MIRACOLO O ALTRO... "SUA FIGLIA È PERFETTA... HA TUTTO PERFETTO!"

Non sapevo se ridere o piangere.

Non sapevo cosa pensare.

Rientro a casa... chiamo il pediatra e comunico il tutto.

MIA FIGLIA STAVA BENE. ERA SANA. E VIVA.

Continuai la cura. Dopo 10 giorni rifeci le analisi e la biriburbina era ancora alta, ma stava scendendo.

Lo stesso giorno che presi i risultati degli analisi lessi un articolo di giornale:

"BAMBINO DI 20 MESI MORTO DI SEPSI VIRALE AL (nome dell'ospedale che non faccio)"

Rimasi senza parole.

Stessa malattia... stesso ospedale... stessa diagnosi... stessa storia di mia figlia ma con finale diverso!

RINGRAZIO DIO OGNI SANTO GIORNO PER LA VITA DI MIA FIGLIA!

OGGI HA 14 MESI ED È UN URAGANO DI VITA.

di Vanessa

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

Storie correlate:

articoli correlati