Home Storie Il primo anno

La montata lattea

di mammenellarete - 22.06.2009 - Scrivici

montata_lattea_big.180x120
Il latte della mamma, dal momento del parto, subisce delle variazioni. La sostanza che le mammelle secernono è detta colostro ed è prodotta subito dopo la nascita del bambino. Il colostro è soggetto a cambiamenti che lo portano a divenire latte maturo: la quantità di proteine diminuisce e tende ad aumentare quella di grassi.

montata lattea

 

Il fenomeno si presenta qualche giorno dopo il parto

 

L’evento è dovuto all’abbassamento del livello ormonale rispetto a quello mantenuto durante la gravidanza. È la prolattina che comincia ad esser prodotta in quantità maggiore e il bambino, con la suzione, provoca un riflesso nervoso che stimola la sua produzione e quindi la produzione di latte.

 

La produzione di latte aumenta anche in base alla richiesta che il bambino fa e nel primo mese di allattamento è maggiore. Tra il primo e sesto mese si stabilisce tra i 600 e 900 grammi.

 

La manifestazione del fenomeno, anche quello della montata lattea, può variare da donna a donna; in effetti, in alcune, può anche non presentarsi e la produzione del latte avvenire in modo progressivo.
Bisogna sfatare una credenza.
La dimensione del seno non è detto che incida sulla produzione maggiore o minore di latte, ciò vuol dire che ad un seno grande può anche non corrispondere una grande quantità di latte e viceversa.

 

colostro

 

Può accadere che nel primissimi giorni di vita del bambino – 1 o 2 giorni – il piccolo non abbia una suzione forte, lecchi solo il capezzolo e si addormenti mentre è attaccato al seno: non c’è da preoccuparsi visto che comunque riuscirà ad assumere le poche gocce di colostro e poi il bambino, in queste prime ore, non ha bisogno di una quantità esagerata di nutrimento.
Il suo gesto di stare attaccato al seno, anche se non ha voglia di poppare, è più che altro una voglia di vicinanza materna.

 

La suzione, poi, anche se ad intermittenza, stimolerà l’arrivo della montata lattea e lo svuotamento più semplice del seno della mamma.

 

La montata lattea si manifesta con:
- turgore al seno;
- ingrossamento seno;
- comparsa sul seno di un reticolo venoso azzurrognolo;
- possono comparire brividi o rialzo della temperatura – più raramente -.

 

I consigli utili.

 

Innanzitutto, non bisogna preoccuparsi se il latte non c’è e fare attenzione all’alimentazione e all’igiene intima, indispensabili per un corretto ripristino del corpo e per la preparazione dell’organismo all’allattamento.
È anche consigliato svuotare il seno, soprattutto nei primi giorni, e stare tranquille per non scombussolare l’equilibrio ormonale che l’organismo sta ritrovando.

 

Tu avevi abbastanza latte? Parlane con le altre mamme sul nostro forum!

 

articoli correlati