Home Storie Il primo anno

Il raffreddore del neonato

di mammenellarete - 20.10.2011 - Scrivici

nasochecola-400.180x120
Arriva l'autunno e i raffreddori, spiacevoli per tutti, grandi e piccini, e ancora più fastidiosi quando colpiscono bambini molto piccoli. Nonostante tutte le precauzioni possibili, con l'arrivo della stagione fredda e a causa dei frequenti sbalzi di temperatura, il raffreddore del neonato è quasi inevitabile. Il sistema immunitario del bambino è infatti ancora poco sviluppato, e questo lo rende più vulnerabile, i bimbi appena nati possono prendere il raffreddore dalle 4 alle 10 volte durante il loro primo anno di vita. Questo avviene perché toccano molte cose, si mettono le dita in bocca e il loro sistema immunitario non è ancora in grado di contrastare batteri e  cambiamenti stagionali. Il raffreddore non mette a rischio la salute di un bambino, ma può essere molto molesto considerando che i neonati respirano naturalmente solo col naso, per cui se chiuso ne risentiranno il sonno, l'alimentazione e anche l'umore. È importante curarlo bene perché potrebbe generare infezioni più gravi, come otiti o polmoniti.

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

I sintomi del raffreddore nei neonati, come negli adulti sono:

 

  • congestione nasale e/o naso che cola
  • muco chiaro che può diventare più spesso e anche giallo-verde e che, dopo pochi giorni, dovrebbe tornare nuovamente chiaro e fluido
  • febbre non elevate nei primi giorni
  • starnuti, tosse, raucedine
  • occhi arrossati

 

raffreddore

 

  • il bambino ha meno di 3 mesi e la temperatura è uguale o maggiore a 37,5 °C
  • i sintomi del raffreddore non scompaiono dopo un settimana
  • la tosse peggiora e il bambino sibila nel respirare o fa fatica a respirare
  • le labbra diventano blu
  • il bambino si tira o stropiccia ripetutamente le orecchie

 

 

Come si cura il raffreddore? Una volta colpiti non c'è una cura, deve fare il suo decorso nel caso di un neonato è sconsigliato usare medicine, a meno che non sia un pediatra a deciderlo.

 

Quello che potete fare sarà:

 

  • Liberare il nasino. Esistono delle apposite pompette da utilizzare per aspirare il muco dal naso e se il raffreddore è forte fare i lavaggi nasali con la soluzione salina.
  • Far bere molto il bambino. I liquidi sono importanti durante il raffreddore.
  • Umidificare l’aria. È utile far respirare il bambino in un ambiente saturo di vapore. Potete far scorrere l’acqua calda della doccia o della vasca fino a che la stanza da bagno non sarà pieno di vapore. Quindi tenervi il bambino per almeno 15 minuti.
  • L’uso di un vaporizzatore, soprattutto di notte, nell’ambiente dove soggiorna il bambino è molto utile poiché aiuta a sciogliere il catarro.
  • Sollevare la testa del bambino, con un cuscino posto sotto il materasso, quando dorme.

 

il raffreddore

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

articoli correlati