Home Storie Il primo anno

Aurelie Noyer fotografa neonati e future mamme

di mammenellarete - 06.05.2011 - Scrivici

Aurelie-Noyer-400.180x120
Specializzata nella fotografia di mamme in attesa, neonati e bambini, Aurelie Noyer fotografa principalmente con luce naturale, catturando particolarità, personalità e modi d'essere. Realizza ritratti e scatti sulla maternità, e in particolare ama immortalare i primi giorni di vita dei neonati, specializzandosi nella creazione di veri e propri setting artistici ma senza mai trascurare i particolari più semplici dei momenti di quotidianità.

Mamme nella Rete - Come è nata la tua passione per la fotografia di mamme e bambini? Aurelie Noyer - Sono sempre stata appassionata per l'arte in tutte le sue forme, infatti sin da bambina il mio mondo girava intorno a disegni, bricolage e pongo. Il percorso che mi ha poi portata verso la fotografia dieci anni fa è stato estremamente naturale, volevo un modo per catturare il mondo che mi circondava e trasformare in arte le mie memorie, e così è nata quest'avventura. Anni dopo in seguito a un corso con una fotografa affermata ho potuto affinare le mie tecniche e avvicinarmi alla fotografia ritratistica. Mi ha sempre affascinata la magia di un pancione e rimango ipnotizzata davanti all'energia di un neonato, per me sono parte delle meraviglie di questo mondo ed è proprio per questa mia passione personale che mi sono subito specializzata proprio nella fotografia di future mamme e bambini.

MNR - Quali sono gli scatti che preferisci tra pancioni e neonati? AN - L'importante per me è dare ai miei clienti una fotografia che li emozioni. Ho scelto di specializzarmi su queste tipologie di soggetti proprio perché sono quelli che mi danno un'energia particolare, quindi amo il mio lavoro in tutte le sue tipologie e sono sempre disponibile a cogliere nuove sfide con fotografie di stile diverso, ma lavorare con i neonati, riuscire a cogliere l'essenza di cuccioli così piccoli e inermi ma già con una personalità ed espressività così affermata, mi regala emozioni davvero forti alle quali non rinuncierei mai.

MNR - La luce naturale è una componente fondamentale per te? AN - Assolutamente si! È importantissimo per me sopratutto quando lavoro con i neonati sia perché voglio creare ricordi che siano il più naturali possibili, sia perché è una mia priorità creare un ambiente calmo, caloroso, e confortevole per i miei piccoli modelli. I servizi neonati hanno infatti una durata che va dalle 3 alle 4 ore, proprio perchè cerco di lasciare tempi di relax, per l'allattamento o per una coccola con mamma e papà, ma anch'io direttamente passo molto tempo a tranquillizzare i bebè, cullandoli per farli addormentare o semplicemente facendoli sentire al sicuro con me. Certo a volte lavorando principalmente a casa dei miei clienti mi trovo in un ambiente particolarmente buio e quindi devo ricorrere a un piccolo flash che uso però sempre come luce riflessa.

MNR - Hai figli o ne avrai? AN - Ancora no, ma la mia voglia di maternità si fa sentire ;) Spero arriveranno presto...

MNR - Perché secondo te siete ancora così pochi a offrire un servizio del genere in Italia? AN - Il mio lavoro è sicuramente frutto di una forte vena artistica, ma è innanzitutto ispirato da una passione incredibile verso i bambini - e questa è una cosa che loro sentono, piccoli o grandi che siano. È comunque una tendenza ancora poco presente in Italia, e solo da poco tempo le future mamme iniziano a pensare a farsi fare un servizio fotografico che testimoni la loro gravidanza, così come sono rari i genitori che pensano a fare un servizio in stile Anne Geddes ai propri cuccioli; sicuramente è un tipo di fotografia che va pubblicizzata tanto perchè di solito le persone non sanno di questa possibilità che può anche essere un regalo molto apprezzato e davvero originale da fare a famigliari, amici e colleghi per la nascita del loro figlio o addirittura, sempre prendendo una moda americana che sta pian piano arrivando anche qui da noi, il regalo perfetto in occasione di un Baby Shower quando ancora la mamma è agli ultimi mesi di gravidanza.

Devo dire che fotografare donne incinte richiede anche una forte capacità di empatia per capire cosa desiderano, devi riuscire a trasmettere sicurezza pur rispettandone l'intimità e allo stesso tempo a mettere a proprio agio persone che spesso in quella determinata fase della loro vita non si sentono a proprio agio con il loro corpo e sono particolarmente vulnerabili. Allo stesso modo si deve creare una sintonia con i neonati e un rapporto di fiducia con i genitori anche per i servizi newborn per riuscire a mantenerli calmi e ricreare pose particolari.

MNR - Pensi che l'arte della fotografia stia perdendo valore, con l'avvento del digitale? AN - No, non credo stia perdendo valore, però sicuramente sta cambiando. Oggi chiunque può fotografare i propri figli o documentare la propria gravidanza in modo autonomo, ma certo non è la stessa cosa ricorrere a un professionista che conosce le tecniche fotografiche e studia luci e pose. Io personalmente preferisco definirmi come artista più che fotografa, nel senso che proprio in conseguenza della diffusione della fotografia, nell'arte della fotografia ha sempre più importanza la componente artistica. Per me la ricerca di nuove composizioni, setting e oggetti da utilizzare è un fatto quotidiano, sono sempre in cerca di nuovi accessori, quali possono essere ceste, fiocchetti, capellini, etc. da utilizzare durante i servizi. Un altro fattore importantissimo è il supporto che personalmente do ai miei clienti dopo i servizi fotografici, sono infatti sempre a disposizione, dando consigli per le stampe, valutando con i clienti le varie possibilità di supporti che vanno dalle classiche stampe o fotolibro fino a prodotti più particolari come la stampa su tela o su pannelli di grandi dimensioni. Ci sono mille modi per custodire in preziosi ricordi tutti questi momenti che passano così in fretta, la dolcezza e tenerezza di un neonato, la boccuccia e i piedini così piccoli, i primi sorrisi - tutte emozioni da custodire gelosamente nel tempo.

MNR - Quali altre forme d'arte dedichi ai bambini? AN - In passato mi sono cimentata nella pittura, ma ad essere sincera...con risultati meno incoraggianti della fotografia :) Comunque nella vita privata adoro passare tempo con i bambini,che siano cuginetti, nipoti o figli di amici - mi piace tantissimo fare bricolage con loro o giochi a contatto con la natura, ma soprattutto adoro il rapporto di complicità che quasi sempre si crea con loro.

sito: www.AurelieNoyer.com Pagina facebook: AurelieNoyer.Photography Blog: aurelienoyer.wordpress.com

articoli correlati