Parto in acqua

Il mio parto in acqua: un'esperienza meravigliosa

Di mammenellarete
ipa_bd2k9j

26 Ottobre 2017
Partorire in acqua è sempre stato il mio sogno. L'ospedale in cui ho scelto di partorire è dotato di una sola vasca e per mia fortuna quando mi si sono rotte le acque era libera. E' incredibile come l'acqua dia sollievo al dolore, inoltre ammorbidisce i tessuti e previene le lacerazioni: infatti ho avuto solo un piccolo punto di sutura. Spero un domani, se mai arrivasse un fratellino, di poter rifare questa esperienza. 

Facebook Twitter Google Plus More

Sono una giovane mamma di 22 anni. Il parto in acqua è sempre stato un mio grande desiderio, ero davvero curiosa di provare questa esperienza.

Il mio sogno si è realizzato il 18 Giugno 2016. L'ospedale in cui ho partorito  disponeva di una sola vasca per cui era questione di fortuna riuscire a fare o no  il parto in acqua.

Con una settimana di anticipo intorno alle 2 di notte sono partite le contrazioni sempre più ravvicinate e dolorose, avendo però fatto già presente in precedenza la volontà di fare il parto in acqua come da prassi non hanno potuto farmi l'epidurale quindi ho tenuto duro e ho cercato di resistere il più possibile.

 

Intorno alle 4 del mattino ho rotto le acque e alle 6,30 ero già a completa dilatazione. Per mia fortuna la stanza del parto in acqua era libera e alle 7 mi hanno fatto entrare in questa vasca attrezzata con maniglie e una corda centrale per aggrapparsi in caso di necessità infatti solitamente anche in quel caso le ostetriche ti danno libera scelta nella posizione in cui vuoi stare.

Da li è stato tutto fantastico. Sono bastate poche spinte e alle 7,36 è nata la mia bambina: uno scricciolo di 3,040kg.

Ricordo che  appena uscita me l'hanno fatta prendere per tirarla su e me la sono appoggiata subito sul seno. Udire il suo pianto è stato meraviglioso. Dopo di che mentre visitavano la bambina mi hanno lavato, vestito e infine messo su un lettino dove mi hanno riportato mia figlia per iniziare ad attaccarla al seno e ci  hanno lasciate sole per un po'. Per me è stata un esperienza unica.

 

E' incredibile come l'acqua che in vasca ha una temperatura di 38 gradi  riesca a dare tanto sollievo dai dolori, inoltre come ho potuto constatare l'acqua ammorbidendo i tessuti previene le lacerazioni infatti ho avuto solo un piccolo punto di sutura.

 

Il parto già di per se è un momento indelebile e magico nel cuore di una donna ma per me averlo vissuto vissuto così lo ha reso ancora più meraviglioso. Spero un domani se mai arrivasse un fratellino di poterlo rivivere. 

Mamma Serena

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it 

LE ULTIME STORIE