Storie di mamme

Figli da giovanissimi: "Si superano tante difficoltà insieme e loro crescono con noi"

Di mammenellarete
famigliagiovane

08 Febbraio 2018
Avevo 21 anni e il mio compagno ne aveva 19 quando rimasi incinta del primo figlio. In seguito, ebbi due altri figli, un maschio e una femmina. Adesso ho 26 anni e tre figli. Posso garantire che avere figli da giovanissimi toglie molto, ma che nel frattempo è davvero una fantastica esperienza, perché i piccoli crescono con noi e dopo un po' di tempo si può anche tornare a rilassarsi e a divertirsi ancora come da giovanissimi (magari con loro).

Facebook Twitter Google Plus More

Sono una ragazza di  26 anni e voglio raccontarvi la mia storia. Sono una ragazza molto chiusa, ma ho sempre avuto amici e diverse relazioni. Anni fa - all'epoca avevo 20 anni - c'era un amico che continuavo a sentire poiché avevamo frequentato la scuola insieme.

 

Ci scrivevamo tutti i giorni per telefono, fino ad un giorno, un sabato, in cui lo incontrai mentre era con il suo migliore amico. Così conobbi quest'ultimo ragazzo, che dopo quella sera (era il 27 novembre 2015), mi iniziò a scrivere via telefono e un giorno confessò di amarmi. Chiaramente io non riuscii a capire se scherzasse. Al mattino gli chiesi se quello che mi aveva detto era la realtà e lui... me lo confermò.

 

Un po' fredda, gli risposi "Okay". Da quella volta iniziammo a sentirci tutti i giorni. Io avevo 20 anni e lui 18. Trascorse una settimana e giunse sabato, giorno in cui dovevamo incontrarci. Decidemmo di andare a casa sua, dato che era sempre venuto a casa mia. 

 

Quando era a casa con me, oltre a sentire le prediche di mio padre, tutte le mattine alle sei dovevo portarlo a prendere il treno perché andava ancora a scuola, finché lui stesso decise di non andarci più e di andare in cascina da mio padre a lavorare.

 

Era inverno. Poi giunse luglio e la storia andò avanti bene, fino a quando giunse il 17 luglio, giorno del mio compleanno. Lui mi disse: "Stasera usciamo e festeggiamo e poi quando torniamo... facciamo ancora festa".  Io non capii subito.

 

Praticamente 'come regalo' mi mise incinta del primo figlio. Quando lo venimmo a sapere, fummo da subito contenti. Io avevo compiuto 21 anni e lui 19. La nostra vita cambiò, poiché venne prima il bimbo, poi tutto il resto. Ovviamente non uscimmo più.

 

Dopo un po' arrivò il secondo figlio, senza cercarlo, dopo 11 mesi e mezzo. La vita iniziò un po' a complicarsi poiché non potevamo più uscire e rilassarci, fino quando arrivarono ad avere uno 2 anni e l'altro 1.

 

Io continuai a lavorare anche in gravidanza, però giunsi ad essere davvero stanchissima e a non capire più niente. Una sera chiesi ai miei di tenermi i bimbi per poter uscire un po' a divertirmi.  Trascorremmo così una serata fuori e, in seguito, ce ne fu qualche altra.

 

Poi arrivò il 2016, l'anno più brutto poiché scoprii che lui mi tradiva. Mi ritrovai sola con i bimbi, dopo 5 mesi lui iniziò a cercarmi perché non riusciva più a stare senza i figli. Io non volli saperne. Alla fine però, dopo molti litigi, gli dissi che potevamo rimetterci insieme. Lui iniziò a non uscire più.

 

Contenti che le cose si fossero rimesse apposto, rimasi incinta per la terza volta. Questa volta era una bimba, che tra tre giorni compie 9 mesi. Tutti siamo contenti, ma è comunque molto difficile andare avanti, anche perché io ho una ditta di cosmetici da portare avanti. Devo portare sempre i bimbi a scuola e stargli dietro continuamente.

 

Però posso garantire che avere i figli da giovani toglie molto, ma che nel frattempo loro crescono con noi e poi si può anche tornare a divertirsi ancora come una volta.

 

di Alessandra

 

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it  
LE ULTIME STORIE