Papà

Associazione "Sei forte papà", genitori e bimbi uniti dal gioco del calcio

Di mammenellarete
seifortepapa

22 Giugno 2017
L'associazione sportiva "Sei forte papà" ha come scopo è quello di far avvicinare gli adulti allo sport, in particolare modo al calcio e di far giocare i bambini. I figli e i rispettivi genitori hanno lo stesso numero e lo stesso logo sulla maglietta. La nostra società è tutta gestita da papà che allenano e gestiscono i propri figli in campo. Scrivo questa fantastica storia che ha dietro tanti sacrifici per condividerla con voi.

Facebook Twitter Google Plus More

Io mi chiamo Fabio Lo Bello e sono il presidente di una piccola associazione sportiva chiamata "Asd Sei Forte Papà".

 

L'anno scorso, mentre assistevamo agli allenamenti di calcio dei nostri bambini, io e altri papà abbiamo avuto la brillante idea di creare un'associazione tutta nostra per far rimettere in gioco tanti "over 35", mettendoli così in campo e allontanandoli da poltrone e vita sedentaria.

 

In seguito, dato il successo dei nostro incontri, abbiamo deciso di togliere i nostri figli dalla loro scuola di calcio e di formare un gruppo "under 10" tutto nostro. Siamo partiti con 9 bambini, dopo se ne sono aggiunti altri 12, che sono stati iscritti a un campionato Csi, classificandosi secondi e passando al turno regionale.

 

Il bello della nostra società è che viene gestita totalmente da noi papà, senza influenze esterne che fanno chissà quali sogni irrealizzabili. I mister sono due papà che hanno studiato per diventare allenatori.

 

Io ho preso il brevetto per l'utilizzo del defibrillatore e anche il vicepresidente e il segretario, che hanno i loro figli con noi, hanno studiato. Successivamente, dati i risultati di tutto rispetto e l'affinità sia dentro che fuori il campo, ha deciso di entrare in dirigenza anche una mamma, la quale segue il figlio in tutto e per tutto.

 

Sono tanti gli articoli sui giornali che riguardano brutti eventi accaduti dietro le reti dei campetti, in più si  ente parlare spesso di risse di genitori affamati di successo o di papà che riversano sui figli grandi responsabilità o sogni mai realizzati.

 

Invece nella nostra società si respira aria di festa. Noi facciamo giocare qualsiasi bimbo venga scartato dalle altre scuole di calcio o anche bambini timidissimi.  

 

Il nostro scopo è quello di far divertire gli adulti e di far giocare i bambini. I figli e i rispettivi genitori hanno lo stesso numero e lo stesso logo sulla maglietta. 

 

La nostra società è tutta gestita da papà che allenano e gestiscono i propri figli in campo. Scrivo questa fantastica storia che ha dietro tanti sacrifici per condividerla con voi.

 

Di seguito scrivo tutti i nostri nomi: Fabio Lo Bello, Mario Rizza, Francesco Simone, Domenico Minniti, Luigi Franzò, Sara Giudice.

 

Ti potrebbero interessare anche: 


Le passioni sportive dei papà: l'esperienza di Sharingdaddy

 

Sono il giovane e orgoglioso papà di un neonato prematuro

 

Quando un papà non riesce a staccarsi dalla sua bambina..

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

 

LE ULTIME STORIE