Home Storie Il bimbo cresce

Vita sociale dopo la nascita del bimbo, la mia esperienza

di Monica C. - 26.09.2014 - Scrivici

famiglia-400.180x120
Uscire da casa con tutta la famiglia al completo e "in ordine" può sembrare molto semplice. Ma in realtà non è proprio così, l'inconveniente è sempre dietro l'angolo. Ad esempio, potete decidere di uscire per un gelato o anche per una semplice passeggiata con gli amici. Il vostro bebè magari ha già qualche mese e la sua routine negli orari sembra funzionare perfettamente. Così decidete di fissare voi l'orario dell'appuntamento, per non sconvolgere troppo la giornata del piccolo di casa. Proprio quel giorno però lui decide di non rispettare per nulla i suoi ritmi e, invece di svegliarsi, continua a dormire profondamente. Se avete un'appuntamento con amici che hanno dei bimbi, sarete capiti, altrimenti vi toccherà subire qualche lamentela.


Passiamo al secondo esempio di imprevisto. Mentre la vostra dolce metà si prepara, voi, nello stesso momento, dovete controllare di aver messo tutto quello che serve al piccolino nella sua borsa, cambiarlo e poi prepararlo. E anche e soprattutto truccarvi e vestirvi in modo decente, per non far la figura della donna "sciatta".

E' insopportabile la frase tanto usata: "le donne, da sposate, si lasciano sempre andare!"

Siamo sincere: trovare il tempo per noi stesse non è facile e spesso, appena il neonato si addormenta, gli facciamo compagnia, giustamente.
Però è anche importante curarsi, non solo per il nostro compagno, ma soprattutto per noi stesse: è bello sentirsi bene con il proprio corpo.

Siamo sincere ancora una volta: alla maggior parte di noi fa piacere ricevere commenti positivi ed essere guardate.
Un bel vestito e un paio di scarpe giuste riescono a farci sentire molto più sicure di noi.

Finalmente siete tutti pronti in famiglia e tu stai per uscire dalla porta. Tuo marito ti guarda. Tu immagini già che lui ti stia per dire che sei bellissima e invece se ne esce dichiarando: "cara, mi sa che il piccolino ti ha sporcato, hai una macchia sul vestito". Allora ti guardi e scopri che ha proprio ragione. Velocemente ti cambi mettendo le prime "cose" che trovi per non arrivare in ritardo.

Passiamo al terzo esempio, ovvero al caso in cui siete invitati dalla suocera o da tua madre. Siete usciti tutti in ordine, siete puntuali. Cosa potrà mai accadere? Semplice, hai dimenticato di mettere qualche oggetto importante nella borsa per il neonato: hai sempre dentro di tutto, ma quando ti serve qualcosa, questa cosa manca.

La cosa peggiore che però può accadere è la seguente. E' giorno e il piccolo è stanco, ma non riesce ad addormentarsi. Anche la nottata è stata dura e lo si può evincere dalle belle occhiaie presenti sul tuo viso. Decidi allora di portarlo fuori con il passeggino nella speranza che finalmente dorma.

Non hai tempo per prepararti tranquillamente, perché proprio non vuole stare nel box e continua a urlare come un disperato. Allora indossi le prime "cose" che ti capitano, leghi i capelli e via.

Mentre cammini incontri lei, l'amica vestita sempre elegante e che, con un trucco perfetto, ti dice: "ciao cara, come stai? Ti trovo in forma”. In quel momento, in tempo record, da cara amica diventa la tua peggior nemica. Ti trattieni dal risponderle male e tagli corto il discorso, per proseguire velocemente il tuo giro.

Dopo qualche minuto il tuo piccolo però fa qualche versetto sorridendo: il tuo malumore scompare e ti torna immediatamente il sorriso.

Per esperienza, ecco qualche dritta per sentirsi in ordine quando usciamo (anche se l'imprevisto è sempre dietro l'angolo):

-usare lo smalto con asciugatura rapida e di colori neutri (il tempo è poco e bisogna sfruttarlo al massimo),
-mettere gli abiti già abbinati nel proprio armadio in modo da averli subito pronti senza cadere in errore,
-trucco leggero,
-scarpe con la zeppa in modo da non far cadute mentre spingiamo il passeggino,
-visto che i gioielli con i bimbi piccoli non si possono mettere, altrimenti li strappano, è meglio puntare sugli accessori come una bella cintura o una sciarpa.

di Monica C.

GUARDA ANCHE IL VIDEO 'La cura del corpo in gravidanza':

Ti potrebbero interessare anche (della stessa autrice):

 

Non ho allattato al seno, non giudicatemi per questo
Corso preparto, la mia esperienza
Una scelta che vale una vita: il nome del bambino

 

Vuoi conoscere altri genitori? Iscriviti subito alla community

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

articoli correlati