Home Storie Il bimbo cresce

Visita oculistica pediatrica per la diagnosi precoce di eventuali disturbi

di mammenellarete - 26.08.2011 - Scrivici

occhiali-bambino-400.180x120
I bambini devono sottoporsi a periodiche visite oculistiche per prevenire l'affaticamento degli occhi nelle ore libere e di studio e posture scorrette quando scrivono o leggono.

Ti potrebbero interessare anche...

Se non si riscontrano particolari difetti della vista (strabismo o tangibile sforzo nella messa a fuoco), le visite oftalmologiche pediatriche dovrebbero essere effettuate a 1, 3, 4 e 6 anni. Se il bambino necessiterà di un paio di occhiali, non dovrà sentirsi svilito o a disagio. È importante che i genitori gli spieghino con dolcezza l'importanza di correggere la vista fin da piccoli. La scelta degli occhiali, fra quelli consigliati dall'oculista, potrà spettare a lui, ma dovranno essere leggeri, proporzionati al viso e con le lenti infrangibili.

Dovranno essere comodi e non scivolare via dalla faccia (le stanghette verranno strette o allargate secondo la necessità). Se il bambino porta già gli occhiali, bisognerà verificare l'integrità delle lenti, se presentano graffi, schegge o disallineamenti rispetto alla montatura, se le stanghette laterali sono perfettamente allineate e adattate al viso del bambino. Altrettanto importante è insegnare al bambino a mantenere una postura corretta quando legge o scrive, e quando sta davanti a schermi di tv o computer, e verificare l'illuminazione dell'ambiente: una buona illuminazione è ideale per non affaticare la vista. Una visita oculistica può diagnosticare precocemente un problema oculistico e migliorare la prognosi, rendendo più efficace la riabilitazione visiva.

Foto: Flickr

articoli correlati