Testimonianze

Se mio figlio di 5 anni sopporta la mascherina, ce la puoi fare anche tu

Di mammenellarete
bambino-mascherina
24 giugno 2020
Non sa leggere, non sa scrivere. Odia le verdure e farlo vestire è una lotta. Ma ha capito che indossarla ha un senso. Se ce la fa lui, perché gli adulti non lo capiscono?
Facebook Twitter More

Sono stati mesi duri e difficili.

Non è stato semplice stare chiusi in casa con un bimbo piccolo che scalpita per uscire.

Non è stato semplice vedere quelle giornate stupende primaverili e inventarsi giorno dopo giorno arcobaleni, attività, lavoretti, giochi, nascondini, cacce al tesoro e tanto altro.

Non è stato semplice neppure vedere quelle immagini a Bergamo e i camion dell'esercito usati come carri funebri.

Non è stato semplice vivere il lockdown.

Eppure ora, tutto sembra andare meglio. Possiamo uscire, possiamo andare al mare, possiamo uscire dalla nostra regione, possiamo incontrare di nuovo i nostri cari. Lo ha capito anche mio figlio, che ha solo 5 anni, quanto poco basta per cambiare la vita. Ma perché gli adulti non lo capiscono? 

 

La vita in Lombardia

 

Abitiamo in Lombardia e qui l'obbligo della mascherina c'è ancora ovunque. Anche all'aperto. Per ora fino al 30 giugno, ma i bimbi con più di 6 anni hanno l'obbligo di metterla.

Mio figlio di anni ne ha 5, ma mi ha chiesto di mettere la mascherina lo stesso. E' vero, ci abbiamo giocato e lui si diverte: ha una bellissima mascherna da supereroe. In questo modo lui quando esce si traveste e teniamo alla larga il virus dai nonni (che hanno seri problemi di salute e non potrei mai perdonarmi se dovessero ammalarsi per causa nostra) e anche dallo zio anziano a cui vuole tanto bene.

Ma l'altro giorno, in una fattoria didattica della zona, mi sarei messa le mani nei capelli. Il delirio assoluto. Tra gente che fa quello che vuole, adulti che si disinteressano totalmente della cosa, giovani che ancora peggio, usano la mascherina come scaldacollo. E' così difficile capire che con un semplice gesto, soprattutto quando si è al chiuso, stiamo rispettando le altre persone?

Lo ha capito mio figlio, che semplice di sicuro non è. E' un bel testone. Ma anche se non dovrebbe metterla per legge, si mette la mascherina lo stesso. Così si traveste come tutti noi. 

Io non voglio tornare in lockdown. Non voglio far ammalare la mia famiglia. Non ho paura per me o per mio figlio. Ho paura per loro. Perché so che se si ammalano, è difficile che ne possano venire fuori.

Ascolta su Spreaker.

 

Non sto chiedendo ai bimbi di mettere le mascherine

 

Chiaro, il mio appello non riguarda le famiglie con bimbi piccoli. Non sto dicendo a loro che si mettono le mascherine.

Pretendere che un bimbo piccolo metta una mascherina è un incubo. Per molti una causa persa in partenza.

Ma mi rivolgo a tutti quegli adulti che mi girano intorno: all'elettricista che mi entra in casa per l'antifurto che non mi funziona, al tecnico dell'acqua passato per cambiare il contatore, al ristoratore, che per farsi sentire meglio mi si avvicina e abbassa apposta la mascherina per parlarmi.

Cerchiamo di rispettarci tutti e volerci bene con questo semplice gesto di rispetto. E' vero, è fastidioso, ma è un modo per proteggere gli altri prima ancora di sé stessi. Se lo ha capito mio figlio di cinque anni, che non si sa ancora allacciare le scarpe e non sa neppure leggere, riusciamo a farlo capire a tutti?

di mamma Lorenza

 

Per approfondire: