Home Storie Il bimbo cresce

Se il bambino ancora non parla: la strategia dell'imitazione

di mammenellarete - 15.05.2015 - Scrivici

C1D9JJ.180x120
Se vostro figlio ha tre anni e ancora non parla, come vi ho detto la volta precedente, è opportuno che prima di allarmarvi, proviate a facilitare la vostra comunicazione attraverso alcune strategie. La strategia "dell'imitazione" ha lo scopo di dare una risposta "di ritorno" alla produzione del bambino nel momento in cui egli la esprime. In pratica voi dovete ripetere tutto (o solo alcune parti) di ciò che dice il bambino. Ovviamente questa strategia in specifico è rivolta a quei bambini che parlano poco, ma non per niente.

Se il bambino si rivolge alla mamma e dice: "ia papà" (cioè papà va via), la mamma che comprende la frase del bambino dice: "via papà".

Oppure se il bambino sfoglia un giornalino e vede una papera e dice: "ca ca", la mamma o il papà ripetono "ca ca".

In questo modo il bambino capisce di essere compreso, il rafforzamento del messaggio comunicativo viene valorizzato. Non ignoratelo mai. È importante ripetere ciò che lui dice. Non solo, dunque, verbalizzare ciò che lui fa (con frasi semplici), ma anche ripetere ciò che lui dice.

Questo deve avvenire in tutte le attività quotidiane in cui c’è uno scambio comunicativo finalizzato allo stare insieme e alla condivisione dell’attività, oppure durante la lettura del libro e nel gioco con oggetti-giocattolo.

di Lucia Carluccio

Sull’autrice

Lucia Carluccio è studiosa dell’universo infantile e mamma di due bambini. Insegna e vive in provincia di Milano.

Leggi anche gli altri articoli dell’autrice:

Piccole strategie per l'apprendimento del linguaggio

Il potenziale del tuo bambino

Lo sciopero del vasino: quando il bambino trattiene la popò

articoli correlati