storie

Frutta gratis a scuola contro il dilagare dell'obesità infantile

Di mammenellarete
succo_590

23 Gennaio 2010
Istituissero un campionato europeo delle cattive abitudini i bambini italiani (per non parlare degli adulti) non avrebbero rivali: gradino più alto del podio in tutte le discipline e, a ben guardare, con parecchio distacco dai rivali.
Solo il 3% dei bambini danesi passa piu' di due ore al giorno davanti la tv, ad esempio, mentre la percentuale di quelli italiani arriva anche al 13,2%, seguiti da quelli polacchi con il 12,2%.
Gli italiani sono anche i bambini che si muovono meno.
A causa della mancanza di aree verdi attrezzate e delle strade troppo trafficate, in Italia ben l'11% dei bambini non e' autorizzato a giocare "mai" all'aperto rispetto allo 0% dei coetanei polacchi e danesi. Questi ultimi sono anche i più attivi a livello di pratica sportiva con una percentuale del 53,5%, contro il misero 18,2% degli italiani.

Facebook Twitter Google Plus More

Segue>>

Ti potrebbero interessare anche...


I nostri figli sono anche i piu' sedentari nel raggiungere la scuola:  anche quando la distanza dalla loro casa è meno di un chilometro, le famiglie italiane utilizzano l'auto molto piu' di quelle danesi e polacche.
Anche in questo caso si tratta di un dato che fa riflettere, dato che le citta' italiane in cui PERISCOPE ha operato sono piccole e il clima e' molto piu' mite rispetto ai centri oggetto degli interventi negli altri due paesi.

Tutto ciò ha evidentemente della pesanti ricadute sulla salute dei bambini italiani, che infatti, secondo un'indagine del Movimento Difesa del Cittadino, nella fascia d'età dai 3 ai 6 anni, sono quelli con il maggiore tasso di sovrappeso e obesita' infantile: 21,2%, contro il 14,3% della Danimarca e il 17,1% della Polonia).

In Italia 1bambino su 4 - riferisce la Coldiretti - non consuma ortofrutta a tavola almeno una volta al giorno, contravvenendo alla raccomandazione delle Istituzioni Internazionali della Sanita' (OMS) di mantenere un consumo giornaliero di tali prodotti sopra ai 400 grammi.

Per incentivare un'alimentazione sana tra i bambini di eta' compresa tra i 6-11 anni, è nato quindi un progetto che prevede la distribuzione gratuita di una merenda "naturale" a quasi 800.000 alunni delle primarie in tutte le Regioni e nelle Province Autonome, per effetto del piu' vasto programma comunitario per la distribuzione gratuita di frutta nelle scuole mai realizzato fino ad ora.

La frutta che verra' distribuita nelle scuole sara' quella di stagione e del territorio, per coniugare la salute con il concetto di identita' produttiva e di rispetto per l'ambiente, in altre parole - precisa la Coldiretti - "a chilometri zero".
L'iniziativa punta ad avere un effetto moltiplicatore attraverso la promozione, anche nelle case, di stili alimentari sani che aiutino a proteggere la salute.

Segue>>

Ti potrebbero interessare anche...

LE ULTIME STORIE