Home Storie Il bimbo cresce

Pensieri e giornata tipo di una bimba

di Viviana - 17.06.2013 - Scrivici

bambina-primo-piano-400.180x120
"E' mattina. Ora devo svegliare la mamma, dorme ancora, ma io ho fame. La riempio di baci così è contenta. Faccio colazione. Ora però devo preparare il minestrone per i miei pupazzi. Nooooo, mi devo lavare i denti. E quando torna papà da lavoro?" I pensieri e la giornata tipo di una bimba di tre anni.

di Viviana

 

E' mattina. La luce passa attraverso le persiane: "Papààààààààà!!!!!!!!!"

 

Eccolo, mi porta nel lettone, ora devo svegliare la mamma, dorme ancora, ma io ho fame. La riempio di baci così è contenta. Finalmente, apre gli occhi: "Mamma, sei bellissimissima!!!!" Ride sempre quando glielo dico. "Ho fame!" Lei mi risponde: "Alziamoci!"

 

Intanto il papà è in bagno, noi andiamo ad accendere il fuoco per l'acqua del tè. Io voglio fare la colazione come la mamma perchè sono grande, la mamma ha comprato un tè che dice che va bene per i bimbi. E' verde e quello me lo posso bere, è buono alla vaniglia o alla fragola.

 

Poi mangio lo yogurt come lei ed inzuppo le fette biscottate nel tè. "Mamma, sono piena, voglio scendere. Posso andare a giocare?"

 

Lei mi dice sempre la stessa cosa: "Vai, ma quando ti chiamo vieni a lavarti i denti senza storie e ti fai cambiare". Uffa, mi disturba sempre mentre sto mettendo a dormire tutti i miei peluches nel mio letto! Devono dormire anche loro dopo che sono stati tutta la notte nel cestino! "No, mamma, non rifare il mio letto, non li togliere, devono dormire ancora!!!!"

 

"Ok, mi lavo i denti, li togliamo dopo, però ora lasciali dormire."

 

Faccio piano a lavarmi i denti così dormono di più. "Sì, li ho fregati bene i denti, tutti quanti. Come, il dentifricio non c'è? Sullo spazzolino c'era dove è finito? Come in terra?che ci fa lì?No, io non voglio rilavarli... perché è caduto? No, non stavo sventolando lo spazzolino da denti, era una bacchetta magica!"

 

La mamma non le vede mai queste cose. Lavata, vestita, finalmente libera!

 

Ora devo preparare il minestrone per tutti i peluches che si sono svegliati, però... sento la mamma che va a prendere i guanti: "Mamma, cosa fai? Pulisci il bagno??? Vengo ad aiutarti!"

 

Prendo i guanti per me e il mio straccio e vado, senza di me non ci riesce. Lei pulisce il gabinetto che io non devo pulire ed io pulisco lo sgabellino e la bilancia. Lo so che fa solo finta di mettermi il detersivo, ma io le faccio credere di esserci cascata, so che non devo toccare i detersivi.

 

Ecco, ora è tutto pulito, la mamma mi ringrazia, ora cosa fa? Prende l'aspirapolvere! Corro a prendere il mio. Ed insieme aspiriamo tutta la casa, io aspiro il divano, la mia macchinina, la mia tenda del circo, la mia cucina. Pulizie fatte, ora torno a giocare: "Mamma, posso tornare a giocare o ti aiuto ancora? Bene, gioco!"

 

Eh no!!!! Lei stende! Mi piace stendere con lei. Io le passo le mollette e lei stende. Mi piace lo stendibiancheria, ne ho uno anche tutto mio rosa e piccolo, ma quello della mamma è bello grande e lo mette davanti alla stufa.

 

Ora voglio uscire sulla terrazza a fare le bolle: "Mamma, andiamo? No, non piove, è solo bagnato. Dai, andiamo! No, non voglio che giochiamo a bambole o a colorare, voglio fare le bolle! Ma sì che possiamo uscire, scende poca acqua! Dai, dai, dai, dai ...." e la mamma mi blocca dicendo: "Se dici ancora una volta 'dai', ti castigo e non gioco a niente con te..."

 

Devo trovare altro da dire... ecco: "Allora, forza!!!!" La mamma ride, ride tanto! Le è piaciuto cosa ho detto: "Forza, forza!"

 

Mi abbraccia e mi porta in camera a giocare ad altro. Vabbè, mi accontento, ma io volevo fare le bolle. Aiutare la mamma mi piace e mi piace anche giocare con lei, ma poi arriva papà.... l'ho aspettato tutto il giorno, ho una voglia matta di giocare anche con lui. Ahhhhh, lui mi fa saltare sul letto quando la mamma non ci vede e poi lo rimettiamo a posto, lui mi rincorre e si nasconde e mi fa gli scherzi ed io grido.

 

E' bello anche giocare con papà, se solo restasse un po' di più in casa... Lo so che va a lavorare, so che anche la mamma ci va, ma lo fa quando io sono all'asilo o dai nonni e ci va di meno e poi lavora in casa, invece papà sta via tutto il giorno... Dice che deve guadagnare i soldini per farmi mangiare, ma io non voglio mangiare! Sono loro che mi danno da mangiare! A me basterebbero le barrette kinder, le mele, il formaggino rotondo e il ragù. E papà potrebbe lavorare di meno.

 

Cerco sempre di dirglielo, ma loro dicono che devo mangiare tante cose per crescere. Ma io sono già cresciuta!

 

Guardatemi, sono alta, riesco anche a guardare dentro il lavandino in cucina adesso. Papà mi prende in braccio e la mamma mi bacia e anche lui, e mi dicono che sono bella grande ma che sono sempre la loro piccolina.

 

Ti potrebbe interessare

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE