Home Storie Il bimbo cresce

Noi: siamo diventati una famiglia!

di Lisa Sorrentino - 13.03.2013 - Scrivici

famiglia-400.180x120
Lei è nata. Il nostro puntino è diventato una bambina di 3,150 kg. Siamo una famiglia! E ora? Sarò in grado di essere mamma? Sarò in grado di essere un bravo genitore? Ne sarò all'altezza? Dovrò decidere il meglio per lei... Per un attimo il terrore!

di Lisa Sorrentino

 

Ed eccolo qua.

 

Il nostro piccolo puntino è diventato una bambina di 3, 150 kg

 

E ora? Bene da ora in poi ci chiameremo "famiglia"

 

Sembrava che nulla fosse cambiato, ma il luccichio dello sguardo di mio marito quando per la prima volta ha letto il nome e cognome della sua piccola, già la diceva lunga su quanto fosse cambiato.

 

E non si trattava solo di notti insonni, pannolini per casa o ore passate ad imparare ad interpretare il suo pianto.

 

Non si trattava solo di quello. Ma non mi rendevo conto di quanto fosse profondo ed importante il nuovo ruolo che avevamo.

 

Finché ad un certo punto non mi sono fermata a riflettere.

 

Nella vita di ognuno di noi, il ruolo più importante e determinante è sempre stato quello dei genitori. Ci hanno aiutato a crescere, formandoci in materia di educazione e emozioni. Aiutandoci a superare le nostre piccole paure coltivando la nostra autostima, guidando e mai forzando le nostre scelte. Ed anche quando siamo cresciuti, il loro parere, la loro approvazione è sempre stato rassicurante, anche se non decisivo. Fino a quando non siamo diventati grandi e capaci di valutazione personali, abbiamo visto in loro il " vero e il giusto" della vita. La saggezza delle loro decisioni qualche volta non ci era chiara, ma oggi da adulti, gliene diamo atto e merito per il lavoro fatto.

 

Ecco che tirando fuori tutti questi pensieri, guardo la mia piccola e mi stupisco e intimorisco al pensiero che"io oggi ho lo stesso ruolo nella sua vita?"

 

Oh cielo, solo ora concretizzo che io sono, quello che mia madre è per me?

 

Oh cielo come farò? Ne sarò all'altezza? Dovrò decidere il meglio per lei, assumendomi le responsabilità di ogni conseguenza che ci sarà, la scuola, le amicizie, i "no" e i "si" che le dirò!

 

Per un attimo il terrore!

 

Si va bene, ma non sarò sola. Una famiglia è mamma, papà e piccola.

 

Sì, il papà sarà un ottimo compagno con cui confrontarmi.

 

Ecco, una famiglia vuol dire affrontare la vita insieme.

 

Il passaggio non è solo anagrafico.

 

Oggi io e la mia famiglia abbiamo un percorso da fare insieme.

 

La famiglia dei miei genitori resta importante, ma non è più la mia famiglia.

 

  • Leggi le altre storie di Lisa Sorrentino
  • Leggi le altre storie di mamme

 

redazione@nostrofiglio.it

 

Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it

 

articoli correlati