Home Storie Il bimbo cresce

Le prime parole dei bambini: perché dicono mamma

di mammenellarete - 19.02.2009 - Scrivici

prime_parole-_big.180x120
Un argomento che incuriosisce e, allo stesso tempo, fa discutere mamma e papà: quale parola pronunciano per prima i bambini? Solitamente i piccoli pronunciano subito la parola “Mamma” fomentando la mamma stessa, che si sente la persona più importante per il figlio, rispetto al papà. Ma, a volte, può succedere che la donna ne rimanga delusa perché il piccolo pronunci come prima parola, “papà”; senza parlare di quando le prime doppie sillabe sono “tata”: cominciano i problemi esistenziali della mamma su quanto affetto può trasmettergli e il timore che il proprio bambino si affezioni di più alla baby sitter!

 

neonatale

 

bambino

 

Ecco il chiarimento del perché di determinati suoni.

 

Ma, mai mollare e disperarsi se il figlioletto non pronuncia per prima “mamma”: la scienza dà la spiegazione anche a questo e svela l’arcano. La parola “mamma” è una delle prima espressioni che i bimbi riescono a dire, perché riprendono il l’atto compiuto durante la suzione, quindi: il suono “ma” si ricollega al movimento delle labbra del piccolo quando succhia il latte, accompagnato dal tono sonoro interno.

 

 

A questo punto, come un neonato può pronunciare “ma”, può anche pronunciare “pa” e le altre sillabe che abbiamo sottolineato in precedenza: i bambini sono in primi sperimentatori. I piccoli sono anche molto spontanei e naturali, sia nei gesti che nelle paroline: dicono quello che sentono,o meglio, “ordinano” quello che il loro corpo ha bisogno di fare come: passeggiare, fare la pipì o la popò, fare la pappa, e fare la nanna. Non a caso tutte i suoni che esprimono esigenze primarie del bambino, sono semplicissimi da pronunciare e sono costituiti prettamente da vocali (“a”, “o”, “e”).

 

Non sforzare il bambino a pronunciare per forza “mamma” o “papà”: lui dirà quello che vuole indipendentemente dai vostri continui stimoli, proprio per il principio legato alla loro spontaneità. È bene parlargli, anche se con loro non è ancora possibile fare un discorso. Dialogare già dai primi mesi serve a stimolare la capacità di ascolto dei suoni vocali, a memorizzarli, per poi riuscire a riprodurli anche in modo esatto e sensato.

 

Continuiamo questa conversazione sul nostro forum "Il mio bambino"!

 

TI POTREBBE INTERESSARE