le cure del bimbo

Un bambino allergico alle plastiche sintetiche ispira WIP, i pannolini ecologici

Di mammenellarete
pannolini-ecologici-400
25 novembre 2011
Mamme nella rete intervista la Dottoressa Chiara Bambagioni, responsabile dell'ufficio relazioni esterne di W.I.P. SpA, società impegnata nella produzione del primo pannolino veramente ecologico.
Oggi è possibile pensare a pannolini che siano completamente compostabili nei rifiuti organici. Capiamo insieme a Chiara Bambagioni di che cosa si tratta e quanto costi. L'idea è nata grazie a un bambino probabilmente allergico alle plastiche sintetiche, il figlio del responsabile sviluppo.
Facebook Twitter More

Mamme nella rete: Che cosa significa compostabile? Chiara Bambagioni: un oggetto può essere certificato compostabile da parte del Consorzio Italiano Compostatori quando possiede i requisiti determinati dalla norma UNI EN 13432:2002 ed essere certificato compostabile da parte del Consorzio Italiano Compostatori.

 

I requisiti riguardano:

 

  1. Biodegradabilità, determinata misurando la effettiva conversione metabolica del materiale compostabile in anidride carbonica. Il livello di accettazione è pari al 90% da raggiungere in meno di 6 mesi;
  2. Disintegrabilità , cioè la frammentazione e perdita di visibilità nel compost finale. Il materiale in esame viene biodegradato insieme con rifiuti organici per 3 mesi. Alla fine il compost viene vagliato con un setaccio di 2 mm di luce. I residui del materiale di prova con dimensioni maggiori di 2 mm sono considerati non disintegrati. Questa frazione deve essere inferiore al 10% della massa iniziale;
  3. Assenza di effetti negativi sul processo di compostaggio;
  4. Bassi livelli di metalli pesanti e assenza di effetti negativi sulla qualità del compost. Una prova di crescita di piante è eseguita su campioni di compost dove è avvenuta la degradazione del materiale di prova. Non si deve evidenziare nessuna differenza con un compost di controllo;
  5. Altri parametri chimico-fisici che non devono differire dal compost di controllo dopo la biodegradazione sono: pH; contenuto salino; solidi volatili; N; P; Mg; K.

 

MNR: Perché pensare a un pannolino compostabile? C.B.: La ricerca di WIP è iniziata dalla consapevolezza che i pannolini convenzionali potevano fare male alla salute perché costituiti da plastiche sintetiche. Il responsabile Ricerca&Sviluppo ha un figlio allergico e la causa delle sue allergie può essere dovuta alla reazione ai materiali dei pannolini che ha portato da piccolo. Si è cominciato quindi a studiare i biopolimeri, materie prime naturali e biodegradabili alternative ai materiali fibrosi e film sintetici derivati dal petrolio, e la loro possibile applicazione nel campo dei prodotti igienici. E' così nato il pannolino della WIP ipoallergenico e biodegradabile. Poi ci si è resi conto che oltre alla salute dei bambini, si potevano ottenere anche effetti benefici per l'ambiente in quanto l'assemblaggio dei biopolimeri, in proporzioni stabilite, rendeva il pannolino non solo biodegradabile ma anche compostabile, oltre che ipoallergenico. Ad oggi l'obiettivo è migliorare la composizione dei pannolini per aumentarne ancora l'efficienza, mantenendo però materiali che siano naturali e contemporaneamente biodegradabili.

 

MNR: Come viene realizzato e quali certificazioni ha ricevuto? C.B.: I pannolini vengono prodotti nel nostro stabilimento produttivo di Castel San Niccolò, in provincia di Arezzo, una fabbrica a basso impatto ambientale, pienamente inserita nel contesto della Green Economy. Il processo produttivo è costituito da un'unica linea produttiva in continuo. La nostra fabbrica è aperta a coloro vogliano visitarla per vedere da vicino come nascono i nostri pannolini, all'interno abbiamo anche un centro didattico nel quale viene mostrato il ciclo dei prodotti e spiegato il processo di compostaggio attraverso le macchine da compostaggio domestico presenti nei nostri locali. I nostri pannolini hanno ottenuto le seguenti certificazioni:

 

  • Certificato di compostabilità secondo la norma UNI EN 13432:2002;
  • attestazione di ottima tollerabilità e ed assenza di potere allergogeno da parte della clinica dermatologica dell'università di Parma;
  • inoltre utilizziamo materie prime certificate come Materbi, fibre Ingeo, cellulosa TCF.

 

MNR: A quale costo si aggira una confezione di pannolini wip e dove sono distribuiti?

 

C.B.:

 

segnalati sul nostro sito

 

negozi Naturasì

 

MNR: Molte mamme, di fronte alla proposta di una vita a basso impattono, ci rispondono di preferire un pannolino rapido e, possibilmente, da gettare nei nuovi secchi antiodore per pannolini. Quali sono le chiavi che potrebbero far cambiare loro idea e usare Wip? C.B.: Secondo noi, il plus dei pannolini compostabili della WIP è la contemporaneità di alcune caratteristiche: praticità di un usa&getta, sostenibilità ambientale, salubrità, possibile risparmio di costo laddove è sviluppata la raccolta differenziata; lo spostamento dei pannolini dal rifiuto indifferenziato all'organico permette risparmi di costo per l'ente locale (diminuisce il peso dell'indifferenziato, il cui smaltimento costa di più rispetto all'organico) e a caduta sul cittadino, laddove si ha la tariffa a peso. Per questo abbiamo contattato le province e i comuni per informarli dell'esistenza di questo prodotto innovativo e dei possibili vantaggi che potrebbero derivare (anche per loro e i cittadini) da una maggiore diffusione dei nostri pannolini.

 

MNR: Qual è la vostra opinione sui pannolini considerati fino a oggi ecologici, ovvero i pannolini lavabili?

 

C.B.: A proposito dei pannolini lavabili, li riteniamo una valida alternativa ai pannolini usa&getta convenzionali perché meno impattanti, anche se riteniamo che i pannolini usa&getta compostabili siano quelli davvero ecologici. Infatti sebbene i lavabili diminuiscano il consumo di materie prime e la formazione di rifiuti, prevedono il consumo di un'enorme quantità di acqua per produrli e l'utilizzazione di acqua e detersivi per lavarli. Invece i pannolini compostabili, prodotti con materie prime naturali, dato che possono effettivamente essere gettati nella frazione organica dei rifiuti (ad esclusione delle alette di chiusura laterali che devono essere staccate prima di gettarli), abbattono il consumo dei rifiuti indifferenziati. Stiamo comunque stiamo mettendo a punto, e presto saranno disponibili sul mercato, i nostri pannolini lavabili innovativi, prodotti sulla base dei valori precedentemente espressi, efficienza salute e sostenibilità ambientale.

 

Contatti utili:

 

W.I.P. SpA

 

Via Rimini n.49 - 59100 Prato - Italy Tel. 0574 815637 - 669488 - fax 0574 817632

 

www.ecowip.com www.naturae.info