le cure del bimbo

Pulizie naturali in casa per la salute dei figli

Di mammenellarete
pulizie-naturali-400
9 agosto 2011
Con le pulizie naturali preserviamo la salute nostra e dei nostri bambini, risparmiamo, non inquiniamo. Ecco come.
Facebook Twitter More

Segue>>

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

Ogni giorno entriamo in contatto con sostanze chimiche tossiche, che entrano nell'organismo attraverso i pori della pelle, la respirazione e lo stomcaco. Anche e soprattutto in casa queste sostanze, date dall'inquinamento e dall'uso di prodotti per l'igiene, dalle vernici che ricoprono muri e mobili, sono presenti in grandi quantità, specialmente per chi vive in città, e sono nocive per noi e per i nostri bambini.

 

Se vivete in città sarà difficile preservare la salute dei vostri bimbi completamente, in quanto le polveri sottili contengono piombo e perfino le finestre a tenuta stagna non possono tenerle fuori.

 

Allora la prima delle soluzioni per ridurre la quantità di sostanze nocive in casa è spolverare spesso. Per togliere la polvere da ogni superficie basta uno straccio umido senza detergenti, mentre per aree più ampie si può scegliere un aspirapolvere potente e antibatterico, così che il bambino che gattona e poi si porta le manine alla bocca, non ingerisca più polvere del necessario.

 

Per detergere casa usiamo spesso prodotti di vario genere: lo spray per il forno e i fornelli, la pasta abrasiva per i sanitari, l'anticalcare e il gel wc, lo spray per la doccia e per i vetri, il detersivo per il pavimento, il niagara per gli ingorghi nelle tubature e moltissimi altri. Con il risultato che spendiamo molto soldi e uccidiamo sì i batteri, ma anche quelli "buoni", favorendo lo sviluppo di allergie e intolleranze nel bambino. Tutto ciò che ci sembra "odore di pulito" è in realtà un misto di aromi chimici che ingannano l'olfatto e che sono nocivi per la salute e per il portafoglio, e che vanno anche a inquinare il terreno e le falde acquifere una volta gettati negli scarichi.

 

Non tutti sanno infatti che si possono produrre in casa detergenti monouso (nel senso che un detergente solo si può usare per varie parti della casa), naturali e non inquinanti, economici ed efficaci.

 

L'aceto bianco, diluito o puro, è utile per pulire vetri di finestre e doccia, è utile come anticalcare, come ammorbidente nella lavatrice, come disgorgante se mixato con bicarbonato in una soluzione esplosiva ma non tossica. Pulisce il forno, i pavimenti, il frigorifero, tiene pultii i filtri di lavatrice e lavastoviglie, lucida i bicchieri, gli argenti e gli ottoni, e si può usare anche per l'igiene orale e come tonico per la pelle! Disinfetta le gengive e combatte l'acne.

 

Il bicarbonato invece è ottimo per disinfettare frutta e verdura, per i pediluvi e l'igiene orale, allontana i cattivi odori dal frigorifero e dalla lettiera del gatto, potenzia il detersivo per i piatti e si può perfino usare come lievito per le torte! Ma non divaghiamo.

 

Entrambe queste sostanze, se ingerite, sono atossiche (anzi, il bicarbonato favorisce la digestione) e puliscono e detergono in modo naturale ed efficace, lasciando il vero originale profumo di pulito, che corrisponde al "fresco e asciutto". Per chi avesse timore dell'odore forte di aceto (che in pochi minuti scompare), c'è la possibilità di scegliere fra i tantissimi olii essenziali che oltre a essere ottime fragranze (arancio dolce, lavanda, menta) hanno anche ulteriori proptietà antisettiche.

 

Quanti prodotti usate per la pulizia della vostra casa? Vi fidate delle pubblicità che sponsorizzano prodotti innovativi e sempre più colorati e aggressivi oppure preferite i vecchi metodi della nonna?

 

Foto: Flickr