Home Storie Il bimbo cresce

La prima visita del neonato e l'indice di Apgar

di mammenellarete - 31.03.2009 - Scrivici

prima-visita_indice-apgar_big.180x120
La nostra affezionatissima mammanellarete Dada, è ancora una volta utile per stimolare ad informare su argomenti che, molte volte, passano inosservati. Oggi parliamo delle prime visite al bambino appena nato e di alcune visite effettuate al momento del parto. Il bambino dopo il taglio del cordone ombelicale viene pulito ben bene e visitato. Quali sono i parametri di valutazione e cosa viene analizzato per confermare che sia in buona salute e che il parto non abbia comportato insofferenza? Innanzitutto, dopo che per qualche minuto viene posto tra le braccia della mamma per acquisire subito l’intimità e la confidenza con l’odore della pelle, viene dato un punteggio al piccolo in base all’indice di Apgar. L’indice di Apgar è un metodo proposto dalla statunitense Virginia Apgar, anestesista che l’ha suggerito nel 1953. Serve ad assegnare un giudizio generale sulle prime condizioni fisiche del bambino, se ha affrontato bene il parto oppure no.

Prende in considerazione cinque parametri (ad ognuno dei quali viene dato un punteggio che da 0 a 2 in due minuti precisi di vita del bambino: al primo e al quinto minuto. In rari casi, può essere anche ripetuto al decimo, quindicesimo e ventesimo minuto).

- Cuore (la frequenza cardiaca è molto elevata, in genere tra i 120 e 160 battiti al minuto). Il punteggio sarà 0 se il battito è assente e 2 se i battiti sono superiori a 100 al minuto; - Respiro (la frequenza degli atti respiratori è molto variabile: dai 30 ai 60 al minuto). Punteggio 0 se è assente, 2 se è vigoroso con pianto; - Tono muscolare: con punteggio 0 se è flaccido, assente; 2 se ha un normale atteggiamento; - Riflessi: il punteggio sarà 0 se i riflessi sono assenti e 2, se il pianto è vivace, c’è tosse e starnuto; - Colorito cutaneo: 0 se è cianotico o pallido, 2 completamente roseo.

Il punteggio 1 è un punteggio medio che viene dato in casi in cui il bambino presenta, per ogni parametro, una situazione media che non eccelle e che non sia nemmeno completamente negativa. Il massimo del punteggio è 10 ed è lo stato ottimale, la normalità si ha quando il neonato presenta un punteggio che va da 7 a 9. Il bambino è in sofferenza neonatale quando il punteggio di Apgar è inferiore o uguale a sei, al quinto minuto. Ovviamente il punteggio totale che viene attribuito al primo minuto risulta essere inferiore rispetto a quello registrato al quinto minuto, in quanto il bambino risulta ancora traumatizzato dal parto ed ancora la sua situazione fisica non si è assestata. Al quindi minuto la situazione sarà migliore: il piccolo è in fase di riassetto fisico.

La prima visita

- Cute: il colorito dei primi momenti non risulta omogeneo, può apparire rosso o bluastro sulle mani. Il colorito roseo comincerà a comparire a distanza di qualche ora dalla nascita. Le pieghe della pelle sono spesso accompagnate dalla vernice caseosa (sostanza grassa di colore giallo - biancastro che copre la cute del neonato. In genere è maggiore nei piccoli nati con parto prematuro). Il viso può essere caratterizzato da arrossamenti e con lievi capillari;

- Testa: quella di un neonato non è ancora del tutto resistente come quella di un adulto, per cui il passaggio attraverso il canale del parto può comportare un leggero schiacciamento o un allungamento. Ciò non avviene con il taglio cesareo: la testa risulterà tondeggiante. Le fontanelle sono delle membrane resistenti che ricoprono il cranio del piccolo dove le ossa non si sono ancora completamente formate. C’è ne sono due: una anteriore, sulla parte alta del capo ed ha consistenza molle ed elastica; e l’altra è posizionata dietro ed ha una forma a punta o chiusa. Si vede pulsare la fontanella quando il bambino ha pochi capelli, ma è del tutto normale ed, inoltre può esservi un rigonfiamento che si è generato a causa del parto. Ma scomparirà nel giro di pochi giorni;

- Capelli: sono molto relativi! Alcuni bambini possono nascere con una folta chioma nerissima che poi scompare con il tempo: possono anche diventare più chiari e di meno. Altri cambiano colore ed in alcuni bambini possono spuntare anche in ritardo;

- Addome: è spesso sporgente, come un palloncino a causa dell’ipotonia muscolare;

- Movimenti: il neonato tende a mantenere la posizione fetale, rannicchiata, che aveva nell’utero con riduzione del tono muscolare (per questo il bambino tende a far ciondolare il capo). Trema e se viene stimolato, risponde con riflessi automatici, quelli che vengono valutati anche dall’indice di Apgar.

Continua la conversazione sul nostro forum!

articoli correlati