Home Storie Il bimbo cresce

La mia bambina sta crescendo!

di Lisa Sorrentino - 18.06.2013 - Scrivici

gioco-bambina-400.180x120
Se la guardo oggi a volte fatico a ricordarla neonata. Quanto tempo è passato. A volte sembra di stare con un'amica e non con una bambina. La mia indifesa neonata è una bimba e domani sarà un'adolescente. Ma spero che troverà sempre il  tempo e la gioia di fare una bella lotta con i cuscini sul lettone.

di Lisa Sorrentino

 

Se la guardo oggi a volte fatico a ricordarla neonata. A volte ho l'impressione che è sempre stata così.

 

Alta che corre per tutta casa con la sua bicicletta, che inciampa mentre cerca di infilarsi i calzini stando alzata, che litiga con la maglietta perché è troppo stretta, che urla che le scarpe le fanno male, ma solo perché le ha messe storte!

 

E invece a volte quando è a scuola, guardo le sue foto da piccola e riaffiorano tutte le emozioni, i ricordi, i profumi, con la stessa intensità.

 

Il rientro a casa, le prime poppate, le passeggiate, le notti insonni, le paure, i sorrisetti ammiccati quando ricevevo i complimenti quando incrociavo passanti e conoscenti per strada.

 

I primi passi e la luce nei suoi occhi per la consapevolezza che era una nuova era: finalmente raggiungo tutto quello che voglio.

 

Passeggiare con lei, mano a mano, è stato come rinascere, trovare una complice , un'accompagnatrice per le lunghe passeggiate al parco, a far spese. A far spese? Si perchè lei ha sempre avuto questo spiccato senso dell'armonia per la scelta dei colori e degli abbinamenti.

 

A volte sembra di stare con un'amica e non con una bambina.

 

Poi la scuola, la conquista delle piccole indipendenze che dicono addio alla neonata e ti presentano una bimba che ha ancora più voglia di sperimentare, di capire, di conoscere.

 

Il suo mondo che si allarga , dove nuove figure entrano a contendersela con te. Lei che corre incontro ad un'amichetta e l'abbraccia come fino a ieri faceva solo con la sua mamma.

 

Mi sa che è ora che quel cordone diventi invisibile e che lei inizi a far parte della società in cui vive in modo attivo. E invece di riporre pannolini sporchi, siamo insieme a scegliere il colore dello smalto, e lei al solito decide e ha l'ultima parola, l'acconciatura per i capelli prima di uscire, il profumo, la crema dopo il bagno.

 

La mia indifesa neonata è una bimba e domani sarà un'adolescente.

 

Ma spero che troverà sempre il tempo e la gioia di fare una bella lotta con i cuscini sul lettone.

 

Leggi tutte le altre storie di mamme. Ti potrebbe interessare: da figlia a mamma, questione di fiducia

 

Vuoi mandarci la tua storia? Scrivici a redazione@nostrofiglio.it

 

articoli correlati