Home Storie Il bimbo cresce

L'alimentazione per l'estate del bambino

di mammenellarete - 22.05.2009 - Scrivici

alimentazione_bambino_estate_big.180x120
Arriva l’estate ed il caldo ci mette nelle condizioni fisiologiche di cambiare alimentazione. L’organismo ha altre esigenze in estate ed, in base ad esse, cambia sia il metabolismo che l’alimentazione. Il corpo, soprattutto quello dei piccoli, ha bisogno di energia ed allo stesso tempo di liquidi , vitamine e sali minerali per poter contrastare la loro perdita maggiore in questo periodo. Arriva l’estate e le abitudini, anche involontariamente cambiano, il piccolo comincia a diventare inappetente e le mamme cominciano, dal canto loro, a disperarsi cercando di forzarli con il cucchiaio pieno di pastina! Ma perché il bambino non ha fame? Cosa succede nel suo organismo? I pargoli a causa del caldo e al maggior movimento, a volte tendono a perdere peso in estate anche perché il corpo cerca un equilibrio fisiologico diverso rispetto a quello invernale: brucia meno calorie per tenere equilibrata la termoregolazione del corpo. Per cui ecco che scatta il rifiuto del cibo e la costrizione da parte dei genitori innesca un meccanismo di ribellione del piccoli tanto da farli diventare maggiormente nervosi.

Scopri quali tattiche usare>>

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

Quali tattiche utilizzare?

 

Evidentemente se il bambino rifiuta il cibo è perché il suo organismo ha bisogno di altri tipi di riserve, ad esempio, maggiori liquidi che aiutano a sopportare meglio il caldo e non la pasta o il pane che appesantiscono e difficili da digerire.

 

Come sopperire a questo cambiamento?

 

È bene offrirgli dei cibi che siano allo stesso tempo gustosi, sani e leggeri e che contengano un elevato valore energetico. I cibi facili da digerire e che possono facilmente essere assimilati dal corpo dando energia immediata, quelli consigliati sono la frutta e la verdura.

 

Quindi frutta in tutte le salse e via libera a yogurt e frullati e, perché no, qualche volta anche gelati alla frutta: sempre senza esagerare. Per stimolare la voglia del bambino magari preparate il gelato in casa con le macchinette per il gelato facili da reperire in commercio; oppure sperimentate la vostra creatività con la creazione di frullati con mix di frutta nutriente come banane, kiwi, mela, fragole.

 

Il frullato è abbastanza completo come alimento perché oltre a contenere la frutta ricca di vitamine e sali minerali, contiene il latte ricco di proteine importanti per la crescita e lo sviluppo soprattutto dei più piccoli.

 

Invogliarlo a tagliare insieme la frutta, rigorosamente con coltellino a punta arrotondata, e versare il contenuto del frullato in bicchieri con forme particolari per invitarlo a gustare con più facilità il frullato e far diventare il momento della merenda, o della colazione, un momento divertente e non un obbligo a mangiare.

 

Le alte temperature tendono a ridurre le difese immunitarie dell’organismo colpendo soprattutto anziani e bambini, quindi l’obiettivo principale è quello di assumere alimenti nutrienti in grado di fornire difese al sistema.

 

Dunque mai dimenticare frutta, verdura e yogurt che regolarizza l’intestino.

 

Alimenti utili per la stagione sono asparagi, albicocche, anguria, carote, pesche, zucchine, melone, fragole, lamponi, papaia, pomodori, ciliegie, peperoni gialli e rossi, cavolfiori ecc..

 

Voi quali tattiche utilizzate per invogliare il piccolo a mangiare? Ditelo sul nostro forum!

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

articoli correlati