Home Storie Il bimbo cresce

In spiaggia con i bimbi: come comportarsi? Le opinioni delle mamme e dei papà

di mammenellarete - 16.06.2014 - Scrivici

CUR-IS09A882R.180x120
Durante l'estate molte famiglie portano i bimbi piccolissimi al mare. Ma come occorre comportarsi? Cosa è meglio che i bambini facciano durante la permanenza in spiaggia? Abbiamo raccolto le opinioni di 3 mamme e di 3 papà della community online di Nostrofiglio, in risposta alla domanda di un’utente. Tra poco andremo al mare con la piccola di 11 mesi. Volevo portare la piscinetta, riempirla con un po' d'acqua e riscaldarla al sole e poi farle fare il bagnetto. Il mio compagno invece dice che è meglio farle fare direttamente il bagno al mare con la ciambella. Che dite? Che altre cose fate con i bambini piccoli in spiaggia?(Giulia)

Dice il papà.

1. Mattina in piscina, pomeriggio al mare.

Noi con nostro figlio abbiamo adottato questo metodo: la mattina prendiamo l'acqua dal mare, la mettiamo nella piscinetta e quando si riscalda un po’ gli facciamo fare il bagnetto. Il pomeriggio invece, verso il tardi, il bagno glielo facciamo fare direttamente in riva al mare, perché l’acqua è più calda. (Edoardo)

2. Io ho comprato una piscinetta 'a fungo'.

Io ho comprato una piscinetta ‘a fungo’, cioè con una copertura sopra la testa, così quando fa caldo può rinfrescarsi con l’acqua ma ripararsi un po’ dal sole. E nella piscinetta ci mettiamo acqua dolce, per poterlo risciacquare facilmente anche se fa il bagno in mare o si sporca con la sabbia. (Claudio)

3. Nelle ore più calde stiamo sempre sotto l'ombrellone.

Nelle prime ore del mattino facciamo giocare la nostra bambina con la sabbia o con l’acqua sul bagnasciuga; nelle ore più calde la teniamo sotto l'ombrellone (rigorosamente in tessuto anti UV) seduta su un asciugamano con vari giochini: la diverte tantissimo sguazzare con le manine nel secchiello pieno d'acqua e metterci dentro i sassolini! (Mario).

Dice la mamma.

4. Lasciatela libera di esplorare e di scegliere.

Ci sono bimbi che amano giocare con la sabbia e altri a cui dà fastidio, bimbi a cui piace il mare altri a cui fa paura. Lasciatela libera di esplorare e di scegliere. Voi pensate solo agli accorgimenti utili: crema solare, cappellino, niente ore centrali, acqua da bere… il resto lo farà da sola. (Arianna)

5. I bimbi si adattano a tutto, l'importante è portarla in un luogo fresco nelle ore più calde.

La mia ha 8 mesi e l’ho portata al mare proprio in queste settimane: ha fatto il bagno con la ciambella, fatto passeggiate in acqua in braccio a me, giocato sotto l'ombrellone su un asciugamano, mangiato e riposato. I bimbi si adattano a tutto, magari hanno bisogno di variare, l’importante è che verso mezzogiorno la porti in un luogo fresco e ombreggiato. (Giorgia)

6. Portala a spasso nel mare con il canottino, ovviamente con cappellino e protezione ultra.

Io ho unito l’utile al dilettevole, grazie al canottino: ci mettevo mia figlia e la portavo a spasso nel mare mentre facevo lunghe passeggiate che mi aiutavano a smaltire un po’ di ciccia e di cellulite. Mettile però cappellino e protezione ultra! (Adele)

7. Alla mia bimba è piaciuta moltissimo la ciambella.

Le prime volte le ho fatto prendere confidenza con l'acqua tenendola in braccio, poi l’ho messa nella ciambella e le è piaciuta tantissimo… muoveva le gambe come se volesse nuotare! (Emanuela)

La pagina FACEBOOK di Nostrofiglio.it

DAL MAGAZINE: Vacanze al mare con i bambini, Bambini al mare senza paura, 100 strutture turistiche per vacanze indimenticabili con i bimbi, La pappa in vacanza: come organizzarsi

articoli correlati