Home Storie Il bimbo cresce

Il tiralatte: come si utilizza e le tipologie

di mammenellarete - 27.07.2009 - Scrivici

tiralatte_big.180x120
Problemi pratici con l’allattamento al seno? Se siete donne che allattano al seno, il problema può risolversi semplicemente con il tiralatte, uno strumento indicato per risolvere fastidi legati agli spostamenti e ai tempi di allattamento per il piccolo. Il tiralatte riproduce lo stessa azione compiuta dal bambino durante la suzione: stimola le ghiandole mammarie per produrre latte . Questo strumento è ideale soprattutto nel periodo estivo. Quando si va in vacanza e si passa del tempo in spiaggia, molte donne non riescono ad allattare mostrando il seno in pubblico ed il tiralatte è la soluzione migliore, oppure quando ci si reca in luoghi pubblici, si utilizzando mezzi di trasporto pubblico anche quando la mamma ed il bambino sono costretti a stare lontani fisicamente per alcune ore della giornata. Serve anche a conservare il latte nel contenitore apposito ed utilizzarlo quando è necessario. Segue>>


Come si utilizza?

 

È formato da una coppa che si attacca al seno, tipo ventosa (ovviamente dipende dai modelli) che esercita un’azione massaggiante sulla mammella. Il latte viene raccolto nel contenitore, di cui ogni tiralatte è dotato che serve per la conservazione del contenuto. Può essere riposto o in frigo, ma anche in freezer e scaldato nel momento opportuno anche quando la mamma non è vicina al suo piccolo.

 

Alcuni consigli

 

Il latte andrebbe tirato circa tre quattro volte al giorno, svuotando completamente entrambi i seni, in modo da avere un’attività mammaria regolare e creare un equilibrio all’organismo della mamma.

 

Quali sono le tipologie in commercio?
Sostanzialmente si dividono in base a due caratteristiche: se manuali o elettrici.

 

Tiralatte manuale

 

È costituito da una coppa, tipo ventosa con una siringa che si appoggia sul seno. L’altra parte è costituita da una contenitore con la maniglia che viene utilizzata, per l’appunto, manualmente e serve proprio per tirare il latte che si raccoglie nel contenitore apposito.
Sono i più diffusi e non costano moltissimo, massimo 50 euro. Servono soprattutto per tirare piccole quantità di latte visto che il gesto è manuale e risulterebbe un po’ fastidioso ed impegnativo farlo per tanto tempo. A quel punto è meglio utilizzare i tiralatte elettrici. Segue>>

 

Tiralatte elettrici

 

Possono essere di due tipi:

 

- Piccole dimensioni: funzionano con lo stesso principio di quelli manuali anche se il tipo di funzionamento è elettrico. Serve nei momenti in cui bisogna tirare elevate quantità di latte, processo che necessità di molto più tempo. Si utilizzano con una fonte di energia elettrica che può essere costituita da un trasformatore o una batteria. Il prezzo su commercio è molto più elevato, quasi il doppio di quelli manuali.

 

- Grandi dimensioni: funzionano come quelli di piccole dimensioni, la differenza sta nel fatto che son più grandi e servono per tirare elevate quantità di latte: quando, ad esempio, ci sono più bambini da allattare.
Il costo è molto elevato e molte farmacie danno la possibilità di prenderlo a noleggio.

 

Utilizzi il tiralatte? Dai i tuoi conisgli sul forum!

 

articoli correlati