Home Storie Il bimbo cresce

Il cosleeping: dormire nel lettone con mamma e papà

di mammenellarete - 20.03.2009 - Scrivici

cosleeping_big.180x120
Il bambino è diventato grandicello e non dorme ancora nel suo letto? È ancora un piccolo pargolo e piange disperato se lo poggiate nella culla? Avrà sicuramente voglia di dormire con voi! Questo è il co-sleeping, detto anche bed sharing che semplicemente consiste nel dormire nel lettone con mamma e papà! L’atteggiamento in genere si protrae fino al secondo anno di vita, in molti casi.

Ti potrebbero interessare anche...

Alcune ricerche effettuate su questo desideroso fenomeno, hanno dato risultati postivi. Molti studiosi sostengono che, dormire con mamma e papà è importante per la crescita del bambino: contribuirebbe ad aumentare l’ormone della crescita che viene prodotto durante il sonno e faciliterebbe il fortificarsi della relazione tra mamma e bambino, inoltre favorirebbe l’allattamento al seno. L’atto del dormire è davvero un gesto delicato e molto intimo che colma anche le parti della giornata in cui la mamma è fuori: madre e figlio sono insieme nel letto e non sono distratti da alcuna attività e da nessun pensiero, gioco o lavoro che sia, che possa farli discostare anche solo con la mente.

Ci si possono scambiare coccole liberamente e senza aver paura dei tempi diurni.

Altri studiosi, invece, che non sostengono il co-sleeping, lo definiscono abbastanza pericoloso ed il primo fattore della Sindrome della morte precoce del bambino che non avviene nella culla, ma bensì con la mamma. Questa pratica del bed sharing, secondo questi studiosi oppositori, può provocare la morte per strangolamento o soffocamento del bambino. In questi casi,soprattutto quando il pargolo è ancora neonato, bisogna fare molta attenzione a non coprirlo con il proprio corpo. In effetti, ci sono alcuni accorgimenti da tener presente. Innanzitutto evitare di dormire con il bambino nel lettone se i materassi sono d’acqua, oppure se si dorme sui divani con cuscini, materiali di plastica o anche pelouche.

Ed ancora il bambino non va lasciato da solo nel letto visto che potrebbe facilmente rotolare giù. Quando uno dei due genitori è obeso, il co-sleeping è del tutto sconsigliato: si potrebbe inavvertitamente soffocare il piccolo. Altri fattori che devono assolutamente invogliare i genitori a non fare bedsharing?

Da evitare:

  • se uno dei due genitori fuma;
  • se i genitori fanno uso di sostanze stupefacenti o di medicinali che inducono sonnolenza;
  • se si è molto stanchi (perché se fossero meno stanchi, avendo la consapevolezza del neonato accanto, si sveglierebbero più di frequente per controllare meglio il bambino).

neonato

Ecco perché questa pratica potrebbe risultare non favorevole anche per il rapporto di coppia tra mamma e papà.

Il vostro piccolo dorme ancora nel lettone? Parliamone sul forum "il mio bambino"!

TI POTREBBE INTERESSARE