Home Storie Il bimbo cresce

Il bonus bebè 2006? Da restituire allo Stato!

di mammenellarete - 09.08.2011 - Scrivici

bonusbebe_400.180x120
Il bonus bebè, che molte famiglie hanno ricevuto per i bambini nati fra il 2005 e il 2006, va rimandando al mittente con una "multa bonus per lo Stato" di 3000 mila euro. Questo è il brutto regalo ricevuto da molti genitori, che si sono visti recapitare a casa una lettera da parte delle ragionerie di Stato, in cui si chiede di restituire il bonus di 1000 euro, ricevuto per la nascita del proprio figlio.

Ti potrebbero interessare anche...

Il provvedimento del bonus bebè, inserito in fretta e furia nella finanziaria 2006, non era stato chiaramente illustrato alle famiglie, infatti, nella lettera firmata dal Presidente del Consiglio e inviata nelle case italiane, si diceva che bastava compilare un’autocertificazione e passare all’ufficio postale a ritirare i 1.000 euro. A quanto pare non era esattamente vero e a distanza di 5 anni, nei giorni estivi, è arrivata l’amara sorpresa: lo Stato richiede indietro il denaro con una multa di 3000 euro per aver dichiarato il falso.

Le associazioni di consumatori invitano a non pagare i 3.000 euro subito, in quanto, leggendo il testo della lettera, si evince che solo dopo l'inizio di un procedimento legale a carico di chi ha beneficiato indebitamente dei 1.000 euro, in cui il giudice ne accerti la colpevolezza, il contribuente dovrà pagare i 3.000 euro di sanzione. Durante il procedimento bisognerà portare le memorie difensive contenenti i motivi che hanno indotto in errore il contribuente.

Nella lettere recapitata in questi giorni da parte del Ministero, si legge che si possono inviare alla Ragioneria scritti difensivi e documenti, entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.

Se il cittadino aveva effettivamente diritto al bonus un'opzione, se pur non sicura, può essere quella di mandare una raccomandata A/R alla Ragioneria che ha inviato la lettera di contestazione, richiedendo la prescrizione. In pratica, se sono passati 5 anni dalla data in cui è stata presentato l’autocertificazione alla data di ricevimento della lettera ministeriale.

Se quanto contestato dallo Stato è corretto, bisognerà purtroppo restituire i 1000 euro e pagare la multa di 3000 euro.

Ti potrebbero interessare anche...

articoli correlati