Home Storie Il bimbo cresce

I pannolini ecologici

di mammenellarete - 26.09.2008 - Scrivici

pannolino_ecologico_02.180x120
Care mamme, oggi vi vogliamo parlare dei pannolini ecologici. L'attenzione per l'ambiente è diventata una necessità che non si può più ignorare anche quando si è indaffaratissime dietro a un bambino.


Ogni giorno in Italia vengono consumati 6 milioni di pannolini e un bimbo in tre anni ne usa circa 4.500, cifra pari a 20 alberi di grandi dimensioni.
Produrre pannolini, infatti, inquina pesantemente perché servono plastica, polpa di legno, procedimenti chimici per assicurare il massimo grado di assorbimento.
I pannolini usa e getta necessitano di ben 500 anni per decomporsi e da soli costituiscono il 10% di tutti i rifiuti urbani.

Ma che cosa significa "pannolino ecologico"? Esistono in commercio pannolini fabbricati con materiale biodegradabile e termoplastico a base di amido di mais. Questi pannolini sono realizzati con materiali naturali che, quindi, oltre a non danneggiare l'ambiente, riducono l'insorgenza di irritazioni causate dal contatto con la plastica.

Esistono poi mutandine lavabili, simili ai normali pannolini "usa e getta" ma riutilizzabili dopo averli appunto lavati in lavatrice. Questi panni hanno degli speciali filtri (simili agli assorbenti femminili) per la popò che si buttano direttamente in pattumeria.

Tutela dell'ambiente ma anche tutela del proprio portafoglio, mamme! Infatti a prima vista questi pannolini sembrano costare molto ma il risparmio finale è superiore al 50% rispetto all'acquisto dei normali pannolini. Basta pensare che ogni confezione di pannolini "usa e getta" costa circa 10 euro e ne contiene 30/35. Considerando di usare almeno un pacco alla settimana, significa in tre anni una spesa di circa 1.600 euro.

Pesateci: anche la moglie incinta di Tony Blair, tre anni fa, dichiarò pubblicamente che per il proprio figlio non avrebbe usato pannolini "usa e getta" ma riutilizzabili. E voi?

Donatella La Viola

TI POTREBBE INTERESSARE