Home Storie Il bimbo cresce

I nonni: che bella invenzione

di Lisa Sorrentino - 20.05.2013 - Scrivici

Quando la piccola è con i nonni, li coinvolge in mille giochi. Allora entri nella sua cameretta e trovi, un vecchietto con i capelli bianchi e gli occhiali, che steso a terra gioca con le costruzioni, oppure corre per casa a giocare a nascondino, oppure semplicemente assiste allo spettacolo con le marionette preparato per lui dalla nipotina, con il rischio di vedersi crollare addosso teatrino e marionette! Che bello guardarli e sentire le loro risa. Mi emoziona e si legge nei loro occhi la sete di quei momenti che appena possibile cerco di donare a loro e alla piccola. Evviva i nonni, quanto mi mancano i miei!

di Lisa Sorrentino

Forse tra il più bello e tenero ricordo che ci portiamo dietro dall'infanzia: i nonni.

Tenere e dolci figure che ci accompagnano in genere, dai nostri primi passi nella vita.

Rifugio, ristoro, confidenti, complici, amici di gioco e di monellate a scapito di genitori ai nostri occhi troppo severi e che ci piaceva vedere disperarsi per gli scherzi archittettati da nonni e nipotini.

Questo è il ricordo che ho dei miei nonni. E questo è il regalo che avevo deciso di fare a Sonia.

Si perché purtroppo oggi troppo spesso i ruoli si invertono e a volte addirittura confondono e troppo spesso i nonni si trovano a dover indossare panni troppo stretti di genitori dei propri nipoti.

Ma loro sono già stati educatori e spesso non sono in grado di sostenere i ritmi frenetici dei bambini. Ho avuto però la forza di distinguere i ruoli e di farli entrare poco quanto meno, nelle scelte educative della piccola.

E' capitato ad esempio di doverle fare qualche rimprovero per un atteggiamento sbagliato in loro presenza. Inutile precisare la loro voglia di interferire giustificando con un tipico "ma lascia stare , è piccola, cosa pretendi da lei?" Ma l'ammonizione partiva subito per loro e continuava per la piccola, nonostante il suo sguardo cercava un aiuto dai presenti per liberarsi di quella situazione.

Mio suocero nel definirmi mi ha spesso apostrofata con il termine "carabiniera", per figurarmi in un ruolo severo ed intransigente , in alcuni momenti. Però poi subito dopo, esaltava l'educazione e i modi di Sonia che con il suo fare affettuoso e delicato, se li coccola con bacetti e carezze.

Quando la piccola è con i nonni, li coinvolge in mille giochi. Allora entri nella sua cameretta e trovi, un vecchietto con i capelli bianchi e gli occhiali, che steso a terra gioca con le costruzioni, oppure corre per casa a giocare a nascondino, oppure semplicemente assiste allo spettacolo con le marionette preparato per lui dalla nipotina, con il rischio di vedersi crollare addosso teatrino e marionette! Che bello guardarli e sentire le loro risa. Mi emoziona e si legge nei loro occhi la sete di quei momenti che appena possibile cerco di donare a loro e alla piccola.

Per fortuna abitiamo vicini ad entrambe le famiglie quindi è tutto più semplice.

Lei è molto legata a loro e spesso il pomeriggio si impegna a preparare dei dolcini da portargli.

Evviva i nonni, quanto mi mancano i miei!

Ti potrebbe interessare:

TI POTREBBE INTERESSARE