Home Storie Il bimbo cresce

I bambini troppo aggressivi: non sempre è iperattività infantile

di mammenellarete - 22.01.2009 - Scrivici

Come comportarsi quando il bambino è troppo aggressivo o fa i capricci? La dott.ssa Schiavi, psicologa- psicoterapeuta, ci espone le problematiche legate al carattere aggressivo e ribelle del bambino. Una delle ragioni principali, di tale comportamento può essere direttamente congiunta ad un cambiamento di abitudini nel bambino: l'arrivo di un fratellino o la ripresa del lavoro da parte della mamma. Entrambe motivazioni che presuppongono una diminuzione di attenzioni nei sui confronti.

Ti potrebbero interessare anche. . .

I rimedi suggeriti dalla nostra esperta, trovano una soluzione nella comunicazione.

E' importante spiegare al bimbo che esistono delle regole e che vanno rispettate e sono necessarie nel rispetto degli altri.
Una delle azioni consigliate, è quella di aiutarlo ad esporre il suo problema, a parlare del suo malessere, di modo che la sua aggressività non sfoci in atto, ma in parola. Le attenzioni, se non eccessive, sono sempre necessarie affinché il bambino si senta amato e protetto.

Non sempre un atteggiamento di questo tipo può chiamarsi iperattività infantile.

L’iperattività, definita anche ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder), coinvolge dal 2 al 4% dei bambini. Essi risultano molto vivaci ma soprattuto anche molto distratti (in particolare a scuola) e disordinati. Il disagio vissuto dal bambino iperattivo si manifesta in un atteggiamento d’insistente vicinanza agli altri bambini.

Se il bambino diventa "appiccicoso" con i compagni e manifesta spesso un sentimento di tristezza, si consiglia di rivolgersi a uno specialista.

TI POTREBBE INTERESSARE