Home Storie Il bimbo cresce

Gli abiti per i bambini che crescono

di mammenellarete - 26.01.2011 - Scrivici

scarpe_ap.180x120
Risparmio e praticità anche nel vestire i nostri bimbi. Da piccoli, quando desideravamo scarpe di marca o un giubbotto alla moda, spesso ci sentivamo dire di no: inutile comprare qualcosa di costoso che nel giro di pochi mesi sarebbe diventato stretto e inutilizzabile. Perché i bambini crescono, e crescono in fretta, e non tutti i loro capricci devono essere assecondati, giusto? Anzi, dire di no in prospettiva di un sì futuro, "quando sarà il momento giusto", o "quando avrai smesso di crescere", può sembrare una tortura per loro e per noi, che vorremmo farli felici sempre, ma alimenta il senso del valore dei loro desideri. Accontentare le richieste poco pratiche e nient'affatto economiche, può frustrare sia la mamma che spende che il bambino che riceve, e che presto vorrà qualcosa di nuovo da indossare dimenticandosi in fretta delle scarpe con le lucine, della felpa colorata, di quel cappellino alla moda per il quale aveva strepitato a lungo.

In un periodo di crisi come questo, peraltro, è bene economizzare il più possibile, favorire la praticità e la sobrietà e scansare il "vizio".

Un bambino che venga abituato a indossare gli abiti vecchi dei cugini, o quelli fatti a mano dalla mamma, o ancora comprati al mercato dell'usato, può imparare a spostare l'attenzione non sull'aspetto e l'apparenza, ma sull'essenza delle cose. Ma occhio: usato non vuol dire squallido. I mercati dell'usato garantiscono anzi qualità e pulizia sempre.

Purtroppo invece nella società odierna, così precaria, frenetica e consumista, un bambino viene ritenuto il principale consumatore. È bombardato da pubblicità di oggetti e capi all'ultimo grido, giocattoli e merendine, e così esprime desideri fugaci, capricci, che se soddisfatti non saranno "mai davvero soddisfatti".

Un bambino deve essere abituato da subito a sentirsi parte di una famiglia, che durante le crisi economiche può ritrovarsi in situazioni in cui non ci si possa permettere di tutto, ed essere felice ugualmente. Scoprendo che è più importante essere che possedere.

Indossando gli abiti di altri bambini ormai cresciuti, porterà addosso un pezzetto di storia, un po' dell'infanzia degli altri, e forse ne avrà cura e saprà dar valore anche a qualcosa di piccolo come un semplice paio di scarpe.

Sono cose importanti, se ci fermiamo a riflettere. I vestiti ci servono prima di tutto per tenerci al caldo, e allora perché mai dovremmo permettere ai nostri bimbi (ma anche a noi stesse, come certe mamme vip che straviziano fanno dei pargoli dei simboli modaioli), di farci spendere inutilmente denaro per qualcosa che indosseranno per poco tempo? Pensiamoci!

Sondaggio: come vesti i tuoi bambini?

Foto: Flickr

articoli correlati