Home Storie Il bimbo cresce

Gemelli: come organizzare le vacanze al mare

di Debora Uberti - 15.07.2013 - Scrivici

gemelle-mare-400.180x120
Due secchielli, due palette, due, rastrelli, doppia borsa e... due bimbe! Come organizzare le vacanze al mare con due gemelle?  L'estate è arrivata e finalmente ci possiamo godere un po' di mare. Certo, con i bambini bisogna organizzarsi e con due poi, ancora meglio! Quando si parte per trascorrere una giornata al mare, sembra che partiamo per una settimana.

La vita purtroppo è cara e con i bambini si cerca di organizzarsi al meglio. Le borse da portare aumentano, organizzo quella con all'interno asciugamani, creme solari, cambio costume, per loro e qualcosa anche per noi.

 

Borsa con i giocattoli che devono comprendere due secchielli, due palette, due rastrelli e formine varie, giusto per non incappare in una litigata appena arrivati al mare, per la mancanza di palette o secchielli. E un frigo per poter avere a portata di mano acqua, e qualcosa da mangiare. Tanto naturalmente il gelato per merenda, almeno quello, lo acquistiamo al di fuori e non solo.

 

Come per tutti è molto importante mettere ai bambini la crema solare almeno ogni tre ore per evitare scottature, un cappellino per proteggerli dal sole e ricordate di farli bere molto. Altra regola che ritengo molto importante da dover rispettare, anche se non è di facile approvazione, è rispettare l'orario per entrare in acqua dopo aver mangiato. Da molti, questo aspetto viene sottovalutato, ma credo invece che sia importante insegnarglielo fin da piccoli, come molte altre regole da fargli imparare e rispettare e che sicuramente gli saranno di aiuto quando cresceranno.

 

L'estate per noi mamme, non è proprio un periodo di ferie, almeno per me. Bisogna cercare di far passare tutto il giorno ed è veramente lunga. Poi quest'anno il bel tempo è arrivato in ritardo e anche il nostro periodo trascorso al mare, ci vede presenti nel mese di luglio.

 

Per i bambini il mare credo che sia un po' per tutti divertente: fra sabbia e acqua, un mix micidiale. Elena si diverte tantissimo ad andare in acqua, esce e si butta sulla sabbia così almeno sembra una vera e propria cotoletta. Non è amante dell'acqua, soffre il freddo e mi dice che per lei l'acqua del mare è sempre troppo fredda. Bisognerà comperare una tuta da sub.

 

Giada invece è un vero e proprio pesciolino, tra l'altro quest'anno sta imparando a nuotare. Braccioli... e si butta. Quanto entusiasmo nei suoi occhi, quando si impegna nel muovere braccia e gambe. Sto cercando di farle imparare a nuotare, perché io ho sempre avuto paura dell'acqua, fin da bambina, non so quante volte mio papà ha provato ad insegnarmi, ma non ci è mai riuscito. Incominciavo a dire che avevo freddo, labbra viola ed era costretto a farmi uscire dall'acqua. Non voglio trasmettere anche a loro questa mia paura. Mai. Per cui mi faccio coraggio e anche se sembro un baccalà, entro in acqua e cerco di fare del mio meglio per insegnargli. Per spronarle, per non fargli sentire il mio disagio.

 

E allora tra una formina, un castello di sabbia e un tuffo in acqua procede la nostra estate un po' ballerina, visto che ultimamente dobbiamo fare i conti anche con qualche scossa di terremoto. Tanto per non farci mancare nulla. Che posso dire speriamo che smetta e soprattutto vi auguro una buona estate.

 

Ti potrebbe interessare:

 

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

articoli correlati