Home Storie Il bimbo cresce

Falcone e Borsellino in versione cartoon

di mammenellarete - 13.04.2010 - Scrivici

falcone-e-borsellino_590.180x120
Si intitola "Giovanni e Paolo e il mistero dei pupi" ed è la trasposizione animata di una delle storie più importanti e drammatiche del nostro paese: quella che vede protagonisti i due martiri, per antonomasia, della giustizia italiana, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Per mantenere viva la memoria sui due magistrati che persero la vita in una delle stagioni più buie della politica del nostro paese e per far sì che anche i più piccoli vengano a conoscenza dell'impegno e del sacrificio toccato loro, Rai Fiction e Larcadarte (con lo studio di animazione Musicartoon di Roma) in collaborazione con la Regione Sicilia hanno prodotto un cartone animato ispirato alla loro biografia.

valori di dignita' e coraggio

attentati di mafia del 1992

La criminalità organizzata è rappresentata, per l'occasione, da un mago malvagio che trasforma gli uomini in pezzi di legno per poterli manovrare come un puparo. I due piccoli Falcone e Borsellino, bambini nella Palermo degli anni '50, daranno vita a una strenua battaglia contro il loro antagonista, proprio come i due fecero, in carne e ossa, sempre nel capoluogo sicialiano 3o anni dopo.

Il cartone animato, di 26 minuti, che andra' in onda su Raitre prima dell'estate, "in coincidenza con l'anniversario degli attentati in cui morirono i due rappresentanti dello stato" - ha specificato Mussi Bollini (capostruttura dei programmi per bambini e ragazzi della terza rete Rai) - e' stato presentato questa mattina al Miptv di Cannes, la principale fiera mondiale dei prodotti audiovideo.

''L'idea ci e' venuta dopo aver letto di una inchiesta condotta tra i bambini delle scuole che non sapevano chi erano Falcone e Borsellino'', dice ad Ansa.it Alessandra Viola, che ha firmato la sceneggiatura insieme a Rosalba Vitellaro, regista del cartone animato, e a Valentina Mazzola. ''Abbiamo cercato una metafora che facesse capire come lottando contro la mafia si vince sempre. Andando invece dallo stregone, metafora di Cosa Nostra, si diventa progressivamente di legno e si perde la libertà".

famiglie Falcone e Borsellino

Enrico Paolantonio

Tra i doppiatori del cartone animato ci sono Leo Gullotta e Donatella Finocchiaro, mentre Giovanni e Paolo sono doppiati rispettivamente da Barbara Pittotti e Mattia Nissolino. ''Il mago che trasforma Palermo fa capire che cedere al male non e' un fattore di potenza, ma una perdita di autonomia. Speriamo che lo special tv venga usato assiduamente nelle scuole siciliane e in tutta Italia'', ha sottolineato Luca Milano di Rai Fiction, .

Tra le attivita' parallele collegate al cartoon e che avranno luogo in Sicilia nel corso del 2010, ci sono anche un concorso a fumetti dedicato alle scuole medie (gia' bandito nel mese di febbraio) e la realizzazione di un kit sulla legalità che verra' distribuito in 1.500 scuole, per giocare in classe approfondendo temi di attualita' e di educazione civica.

articoli correlati