Home Storie Il bimbo cresce

Come superare la paura del buio dei bambini

di mammenellarete - 18.01.2012 - Scrivici

la-paura-del-buio-400.180x120
Internet è ormai uno strumento indispensabile per ogni mamma, che cercherà immediatamente in rete le risposte per piccoli problemi quotidiani. Certamente una delle domande più frequenti di un genitore è "come far superare la paura del buio ai bambini?" La risposta ci arriva proprio dalla rete, da un interessante articolo di Luigia Buonocore su Infanzia.it. La paura del buio è un istinto naturale che, a gradi diversi, ognuno di noi possiede in modo innato. Ma non siamo i soli, perché questa paura è comune anche in tante specie animali. Il motivo è semplice da spiegare: la paura del buio fa parte del nostro sano spirito di conservazione. Dal sesto mese di vita il neonato percepisce le situazioni che gli danno o no sicurezza. Il piccolo osserva il comportamento dei suoi genitori, in particolare della madre. Questa dovrà cercare di non fare scaturire nel suo bambino sensazioni di pericolo ingiustificato, né trasmettergli ansie e timori personali.

Ti potrebbero interessare anche...

A che età comincia la paura del buio? All’età di due anni, quando il bambino inizia a osservare la tv o frequenta l’asilo nido o la scuola dell’infanzia. È in questa fase che compare allora la paura dei mostri, che permane fino alla soglia dei cinque anni. Di notte, nella sua stanzetta, a causa del silenzio e del buio, il bambino si convince di sentire strani rumori che lo disturbano.

Combattere la paura del buio

Ecco qualche consiglio utile per aiutare il vostro bambino a vincere la paura del buio:

  • se il bambino vi chiama dimostrategli accendendo la luce che nella sua bellissima stanzetta non ci sono terribili mostri
  • quando si presenta un improvviso pianto, o un assalto di ansie, uno dei due genitori potrà passare qualche minuto nella stanzetta del bambino
  • tranne casi eccezionali fate riposare il bambino nel lettino della sua stanza
  • regalategli un pupazzetto per tenergli compagnia di notte
  • il bambino dovrà dormire possibilmente sempre da solo
  • lasciate sempre accesa una luce-guida sul suo comodino
  • lasciate aperta la porta della sua stanza

La cosa più importante

Fino all’età di cinque anni il bambino usa due forme di pensiero che diventando grandi vengono messe da parte: il pensiero animistico (tutto è vivo e tutto si muove), e il pensiero magico (tutto può prendere forma e si può realizzare). Immaginate quindi quando è importante non minacciare o spaventare mai il piccolo durante la giornata.

Se non mangia tutta la pappa, se non ordina i suoi giochi, se non fa il bravo, non bisogna mai creare “falsi” esseri punitivi che possano intimorirlo. Il bambino va educato e guidato ma mai con la paura.

Fonte: infanzia.it

E il tuo bambino ha paura del buio? Cosa fai per aiutarlo a superarla?

Ti potrebbero interessare anche...

TI POTREBBE INTERESSARE