Home Storie Il bimbo cresce

Come scegliere la sdraietta per il bambino

di mammenellarete - 09.07.2009 - Scrivici

sdraietta_bambino_big.180x120
Uno degli accessori più utilizzati dalle mamme, per i piccoli, è la sdraietta. Il suo uso comincia intorno ai due mesi e sino a quando il piccolo non raggiunge circa nove chili, dopodiché diventa poco confortevole. I vantaggi delle sdraietta sono molteplici. Innanzitutto, se il piccolo è calmo al suo posto la mamma è al sicuro perchè non può cadere e non c’è nemmeno il rischio che possa scattare fuori dalla sdaraietta stessa, visto che questa è dotata di un sistema dondolio che permette al piccolo di stare comodamente sdraiato e non uscire facilmente dal suo posto. L’altro vantaggio è quello della praticità. La sdraietta può essere spostata in qualsiasi parte. Essere messa sul tavolo, rimanere sul pavimento, poggiata sul letto per espletare tutte le funzioni: dare la pappa al piccolo, dondolarlo, farlo addormentare. Inoltre, è un mezzo di intrattenimento perché dotato di alcuni giochini, come giostrine con luci, pupazzini colorati, che permettono al piccolo di passare il tempo divertendosi, quando magari la mamma si è allontanata un attimo. Esistono vari tipi di sdraiette per soddisfare la comodità dei più piccini. Come abbiamo accennato, va utilizzata fino a quando il piccolo non raggiunge circa 9 chili, a volte i piccoli diventano irrequieti nella sdaraietta e si è costretti a tirarli giù anche quando magari non hanno raggiunto quel peso: sono bambini vivaci ed hanno bisogno di sgambettare e muoversi.

Tipologie e funzioni

Abbiamo vari tipi di sdraiette che si contraddistinguono in base alla loro funzione - Con funzione di culla - Con funzione di altalena - Con la possibilità di regolare la velocità del dondolio - Ci sono anche quelle dotate di girello che, se montato, può dare la possibilità al genitore di spostare il piccolo di stanza in stanza e non esser lasciato solo. Questo però può anche rappresentare uno svantaggio perché comporta il rischio di capovolgimenti se non si presta molta attenzione.

Caratteristiche

La sdraietta possiede un’ imbottitura staccabile lavabile sia in lavatrice che a mano, questo permette di igienizzare in profondità le pareti su cui il bimbo passa la maggior parte della giornata. Assicurarsi al momento dell’acquisto che sia dotata di cintura di sicurezza per evitare inconvenienti.

Consigli per un buon acquisto

- È bene che sia dotata di giochini colorati perché il piccolo si trova in una fascia d’età in cui è attratto dai colori; - Fare attenzione al marchio CE e comunque, fare sempre attenzione al piccolo: anche se questi strumenti sono sicuri e testati non si esclude il rischio di imprevisti.

I prezzi di una sdraietta non sono eccessivi, si parte da 30 euro per i modelli base per arrivare anche a 300 euro per i modelli più sofisticati, ad esempio come quelli con il rialzo e che porta il piccolo al livello del tavolo per il pranzo evitando cambi di postazione ed per usare lo stesso strumento in modo versatile.

Sicurezza

La norma di sicurezza cui fare riferimento per l’acquisto della sdraietta è denominata UNI-EN 12790 e spiega le regole principali di cui tener conto per acquistare uno strumento del tutto sicuro. Devono essere tutte dotate di cinture di sicurezza e sparti per le gambe per evitare cadute e movimenti bruschi del piccolo.

Fare attenzione a parti appuntite, che possono far male al piccolo, o facilmente asportabili che possono essere ingerite con estrema facilità e portare ad un eventuale soffocamento.

Guarda come usa Zirillina la sdraietta per il suo piccolo!

La sdraietta è un accessorio utile? Discuti sul forum degli accessori per bambino più utili e meno utili.

articoli correlati