Home Storie Il bimbo cresce

Come misurare la febbre ai bambini

di mammenellarete - 14.03.2024 - Scrivici

cos-e-la-febbre-ondulante-e-come-si-prende
Fonte: Shutterstock
Ci sono vari metodi per misurare la febbre al bambino, dipende dalla sua età. Da preferire il termometro digitale rispetto all'infrarossi

In questo articolo

Dove misurare la febbre

Quale metodo adottare per misurare correttamente la febbre a un bambino?

Bisogna trovare un metodo facile e che il bambino accetti per potergli misurare la temperatura. Dopo il divieto definitivo, della Comunità Europea, della produzione di termometri al mercurio perché considerati nocivi (il mercurio è una sostanza tossica che, se dispersa nell'ambiente, può essere uno degli elementi di contaminazione della catena alimentare), sul mercato sono presenti altri tipi di termometro più funzionali e facili da utilizzare soprattutto per un bambino. Se il bambino ha la febbre, ci sono vari metodi per misurargliela. Nel caso dei neonati, si può anche misurare la temperatura nella pieghina dell'inguine se risulta più comodo. Si sottolinea l'importanza di portare al pronto soccorso i neonati con febbre sotto i 28 giorni e si consiglia di misurare la temperatura in condizioni ambientali adeguate, evitando situazioni che possano influenzare il risultato, come il sudore eccessivo o l'eccessiva copertura del bambino.

Metodo ascellare

Il metodo ascellare è quello da tutti più conosciuto e più diretto. E' il metodo da preferire. L'ascella del bambino deve essere asciutta e il termometro sterilizzato con alcool. Dopo averlo posto sotto l'ascella aspettare fino al segnale acustico con i termometri digitali nuovi: la temperatura misurata con il metodo ascellare, è influenzata dalla temperatura esterna dell'ambiente. In questi casi si parla di febbre se supera i 37,5°.

Metodo rettale

Il metodo rettale, è uno dei metodi "della nonna" più comuni e utilizzati se il bambino è neonato, ma è da preferire comunque il metodo ascellare. Da ricordare che con questo metodo di misurazione, può considerarsi febbre la temperatura che va oltre 38° (quindi il minimo per essere febbre è 38°), perché è interna e quindi non influenzata da quella esterna.

Metodo auricolare

Esistono anche altri metodi come quello auricolare (in cui il termometro è introdotto per qualche minuto nell'orecchio del piccolo); in commercio ci sono anche delle strisce rilevatrici di temperatura che si poggiano sulla fronte, ma non sono completamente affidabili come può esserlo un termometro digitale che è abbastanza preciso.

Anche in bocca viene generalmente sconsigliato.

Quale termometro usare

Si raccomanda l'uso del termometro digitale o a liquido, come il galinstano, in quanto più sicuri rispetto ai termometri a mercurio, considerati pericolosi a causa della tossicità del mercurio e non più in commerci.

Meglio evitare l'uso del termometro a infrarossi, non sempre preciso, come anche i termometri auricolari e frontali in quanto meno accurati.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE