Home Storie Il bimbo cresce

Come guarire una puntura di medusa nei bambini

di mammenellarete - 07.07.2011 - Scrivici

meduse-puntura-400.180x120
Durante le vacanze estive con i bambini, in particolare al mare, è utile essere informati su quali rimedi adottare per eventuali punture di medusa. La medusa ha la forma di un polipo rovesciato e, negli ultimi anni, probabilmente a causa del surriscaldamento delle acque marine, popolano i mari d'Italia. La medusa attiva la sua forza offensiva appena toccata, estendendo filamenti urticanti detti cnidae. Il liquido urticante emesso dalle cnidae ha un'azione neurotossica o emolliente che può provocare reazioni diverse, dalla semplice infiammazione alla paralisi dell'apparato circolatorio e respiratorio.

Le specie di medusa che incontriamo nel mar Mediterraneo sono raramente mortali, ma è bene prepararsi.

Segue >>>

Ti potrebbero interessare anche...

Le sostanze urticanti emesse dalla medusa nell'atto di pungere provocano:


  • una reazione infiammatoria acuta (eritema o bolle, gonfiore, bruciore e dolore) ma temporanea;
  • lesioni cutanee ritardate nel tempo come dermatiti croniche.

puntura di medusa nei bambini

Da evitare assolutamente i comportamenti catastrofici o troppo ansiosi: mantenete la calma e pensate a bagnare la ferita, calmando il bambino che sicuramente, a causa del bruciore, scoppierà in pianto. Oltre a guarire vostro figlio, infatti, è importante non traumatizzarlo, affinché possa tornare in acqua senza timore.

Non è necessario ricorrere all'ammoniaca, come erano solite fare le nostre mamme. Generalmente sconsigliati alcool, acqua dolce, acqua dolce fredda o ghiaccio o frizioni di sabbia o di qualsiasi altro genere. Anche la reazione del grattarsi deve essere limitata.
Una volta tamponata la puntura in prima battuta, consultate un medico o recatevi in una farmacia vicina: il trattamento locale deve infatti proseguire alcuni giorni dopo la puntura con antistaminici o pomate specifiche.

Ti potrebbero interessare anche...

articoli correlati