Cardiopatia

Cardiopatia. Sono mamma di un bimbo che ha un cuore speciale

 
bimbo

19 Luglio 2018
Sono madre di Tommy, bimbo con un cuore speciale. Sono anche presidente del "Comitato genitori bambini cardiopatici" delle Torrette di Ancona. Questo gruppo ha un importante scopo: quello di migliorare la qualità di vita dei bambini affetti da una patologia cronica come la cardiopatia.

Facebook Twitter Google Plus More

Sono Valentina, mamma di Tommy, guerriero dal cuore speciale. Io sono presidente del "Comitato genitori bambini cardiopatici" delle Torrette di Ancona. Nel Comitato c'è un numeroso gruppo di genitori, accumunati dal fatto di avere un cucciolo cui è stata diagnosticata una cardiopatia.

 

Il gruppo ha un importante scopo: quello di migliorare la qualità di vita dentro e fuori l'ospedale per i bambini affetti da una patologia cronica come la cardiopatia. Pochi giorni fa abbiamo reso realtà il progetto "Il camicino dei sogni” all’interno del reparto di Cardiochirurgia Pediatrica e Congenita di Ancona. Con le famiglie e la psicologa del Comitato, Annalisa Cannarozzo, abbiamo identificato le aree più traumatiche del relativo intervento chirurgico e pianificato il progetto “Il Camicino dei Sogni”.

 

Uno dei momenti peggiori per un genitore è aspettare, fuori dalla porta della sala operatoria, che gli infermieri riportino il pigiamino del proprio figlio…istintivamente il papà e la mamma lo portano al viso per sentire ancora una volta il profumo del proprio cuccioli.

 

Il Comitato donerà a tutti i genitori che dovranno affrontare quell’interminabile attesa un camicino tutto colorato affinchè il momento più carico di sofferenza, di vuoto e di paura possa essere vissuto con una nota di colore. Sarà donato anche un piccolo peluche che accompagnerà il piccolo paziente all’interno della sala operatoria e lo aspetterà al risveglio in Rianimazione, come un prezioso e fidato compagno di "avventura".

 

Ma le iniziative non finiscono qui: Irene Camilletti, mamma di Luna, bimba dal cuore speciale, ha scritto, proprio per preparare la sua piccola all’intervento chirurgico, una favola speciale: "Lyana, piccola tigre coraggiosa".

 

Nella favola l’ospedale si trasforma in una giungla e ogni figura professionale diventa un animale che aiuta Lyana e i suoi genitori a comprendere che il suo cuore sarà aggiustato e che i cuori speciali dei bambini cardiopatici brillano perché dentro c’è tutto il loro coraggio.

 

L’aspetto più difficile, dal punto di vista emotivo, per qualsiasi genitore che accompagna il proprio figlio in sala operatoria riguarda proprio la preparazione. Cosa dire, come anticipare ciò che avverrà al proprio figlio, quali parole giuste usare: tutto ciò rende difficile questa parte di preparazione, soprattutto quando la paura di noi genitori impedisce di poter vedere, riconoscere e accogliere quella dei propri cuccioli.

 

A settembre sarà pronta la favola in un formato multimediale e sarà scaricabile gratuitamente dal web, così tutti i genitori potranno facilmente mostrarla e leggerla ai loro bambini. Il Comitato non può che ringraziare per questo progetto coloro che lo hanno reso possibile: "Baby Bea" per aver donato le stoffe, Ikea per i preziosissimi peluche e Simona e Agnese dello studio "Miss machine tattoo" per le illustrazioni della favola Lyana.

 

Grande l’entusiasmo del personale della Cardiochirurgia Pediatrica e Congenita degli Ospedali riuniti di Ancona, diretta dal Dr. Marco Pozzi. Mentre noi insegniamo ai nostri figli tutto, loro ci insegnano che cosa conta davvero nella vita (è una frase di A. Schwindt) e posso dire che i nostri bambini ci insegnano sicuramente a non mollare mai.

 

di Valentina Felici (Presidente Comitato Genitori Bambini Cardiopatici)

 

 

LE ULTIME STORIE