Home Storie Il bimbo cresce

Babyjoux: collane per mamme e bebé

di mammenellarete - 10.12.2009 - Scrivici

babyjouxBIG.180x120
Se volete fare un regalo originale per questo natale e  la persona in questione è una mamma con un bimbo piccolo, l’idea giusta è acquistarle un babyjoux! I babyJoux sono collane fatte a mano con materiali atossici, lavabili, dalle forme particolari che attirano l’attenzione del bebè stimolandone i sensi. L’idea è venuta (ovviamente) ad una mamma, Elena Spini, “Amo indossare le collane, e da anni ne disegno e realizzo - racconta la creatrice Elena Spini - Da quando è nata Ariel mi sono resa conto che l’80% delle mie collane non era più utilizzabile: alcune erano armi improprie per lei o per il mio collo, altre non prestavano la resistenza di una liana agli strappi della piccola “tartan”. I materiali utilizzati sono semplici, ma grazie alla creatività di Elena, il risultato è davvero originale. Ecco i primi quattro modelli di babyjoux mordimi, ideato intorno a un anello da dentizione; tuffami, creato con una paperella, da usare anche nella vasca da bagno; a me gli occhi, fatto con una lente che moltiplica le immagini; il piccolo alchimista, costruito con una provetta per analisi di laboratorio profumata, perché riempita con ambra o lavanda. Ogni collana viene valutata sul sito tramite una scheda, con la quale si prendono in considerazione e si misurano in “perle” le sue caratteristiche: lavabilità, resistenza agli urti e agli strappi, giocabilità, sviluppo sensoriale visivo, tattile, uditivo, olfattivo e gustativo. Se volete fare un regalo originale per questo natale e  la persona in questione è una mamma con un bimbo piccolo, l’idea giusta è acquistarle un babyjoux! I babyJoux sono collane fatte a mano con materiali atossici, lavabili, dalle forme particolari che attirano l’attenzione del bebè stimolandone i sensi.

Con i Babyjoux la mamma non deve più preoccuparsi del fatto che il suo bambino possa farsi male con la collana (per esempio portandosi il ciondolo negli occhi) o fare del male a lei stessa (per esempio quando il bambino prova a strappare la collanda).

L’idea è venuta (ovviamente) ad una mamma, Elena Spini: “Amo indossare le collane, e da anni ne disegno e realizzo - racconta la creatrice Elena Spini - Da quando è nata Ariel mi sono resa conto che l’80% delle mie collane non era più utilizzabile: alcune erano armi improprie per lei o per il mio collo, altre non prestavano la resistenza di una liana agli strappidella piccola “tartan”.

I materiali utilizzati sono semplici, ma grazie alla creatività di Elena, il risultato è davvero originale.

Ecco i primi quattro modelli di babyjoux

babyjoux (3)

Mordimi, ideato intorno a un anello da dentizione;

Tuffami,creato con una paperella, da usare anche nella vasca da bagno;

A me gli occhi, fatto con una lente che moltiplica le immagini;

Il piccolo alchimista, costruito con una provetta per analisi di laboratorio profumata, perché riempita con ambra o lavanda.

Ogni collana viene valutata sul sito tramite una scheda, con la quale si prendono in considerazione le sue caratteristiche:

lavabilità, resistenza agli urti e agli strappi, giocabilità, sviluppo sensoriale visivo, tattile, uditivo, olfattivo e gustativo.

articoli correlati