Home Storie Il bimbo cresce

Attività sportiva: cosa e quando iniziare?

di Lisa Sorrentino - 05.09.2013 - Scrivici

ballerina.180x120
Mens sana in corpore sano. E ne sono stata sempre convinta tanto da fare dello sport il passatempo preferito. Piscina, atletica, pallavolo, palestra e poi piscina ancora. Non nascondo che da quando era piccola, avrei iscritto la piccola ad un corso di nuoto neonatale se ce ne fossero state di piscine vicino casa che ne facevano. L'anno scorso l'idea mi ha sfiorato, ma l'inserimento e il primo anno di materna, erano per lei già un bell'impegno. Sì, ma i quesiti che mi ponevo e mi pongo sono due: cosa e quando iniziare? Inutile stare a precisare quanto sia uno sport completo il nuoto, quanto faccia bene a tutto il sistema scheletrico, quanto importante sia che i bambini imparino a nuotare e quanto lei adori stare in acqua. Tanto che quest'anno al mare ha voluto la tavoletta

perché vuole imparare a nuotare.

Di contro è abbastanza faticoso, perché in acqua anche se si sta fermi, ci si deve muovere per stare a galla.

Ci sono inoltre poche, ma fondamentali norme igieniche che un bambino deve conoscere bene, per non incorrere in piccoli spiacevoli inconvenienti (tipo non sedersi sul bordo della piscina, non camminare a piedi nudi sul pavimento intorno alla piscina, ecc).

LEGGI ANCHE: UN TUFFO IN PISCINA

Quindi per una bambina di 4 anni, magari mi sembra un poco presto.

Altro sport, o meglio disciplina che mi piacerebbe per lei sono le arti marziali.

Ma il settore è pieno di varie discipline tra cui scegliere e tra l'altro non è nemmeno semplice trovare palestre vicino casa che ospitano questi corsi.

LEGGI ANCHE: KARATE E JUDO PER BAMBINI

Sì, perché non bisogna mai dimenticarsi che si tratta di una bambina, quindi con i suoi tempi, che a questa età lo sport è poco più di un passatempo, quindi non deve aggiungere né fatica, né stress alla loro normale vita. Il difficile sta anche nel valutare obiettivamente le attitudini della piccola senza farsi guidare dai propri gusti, dai propri piccoli sogni nel cassetto mai realizzati.

Prendere una bambina e dopo tante ore di scuola, portarla dopo mezz'ora di macchina a praticare uno sport, dove deve continuare ad impegnarsi senza cogliere il divertimento in quello che sta facendo, non è il mio scopo. Sinceramente rimanderei tutto all'anno prossimo. Meglio una bimba non sportiva che una stressata!

Alla scuola che frequenta organizzano corsi di danza, che potrebbe rappresentare anche una buona possibilità.

LEGGI ANCHE: DANZA PER BAMBINE

A lei come alla maggior parte delle bambine, piace la danza, ma adora anche stare in acqua, tiene già bene la racchetta da tennis. OHHHH! troppo complicato! Anche se l'idea della danza si fa strada, emergendo per leggerezza e vicinanza.

Ora, il secondo quesito è a che età iniziare? Per mia fortuna, in modo completamente casuale, scopro che tra le mie amiche c'è una ex ballerina, la quale mi dà delle indicazioni, e sopisce qualche mio dubbio e timore. A questo punto bisogna solo attendere l'inizio dell'anno scolastico, vedere il suo inserimento e valutare se è o meno il momento di iniziare. Sì, perché se si affatica troppo con la scuola, tutto cade.

Sicuramente, sarà lei a decidere poi se continuare o meno, sarà poi lei a valutare se le piace o meno.

E se poi non fosse di suo gradimento, sceglieremo insieme qualcos'altro.

Ti potrebbe interessare:

Guarda tutti i video della webtv

articoli correlati