Home Storie Il bimbo cresce

Andrea Lucchetta si "anima": arriva "Spike Team"

di mammenellarete - 19.04.2010 - Scrivici

Spike-Team-e-Lucky_590.180x120
Al recente "Festival Internazionale dell’Animazione Televisiva e Cross-mediale", Cartoons on the Bay, il campione del mondo, nonchè volto storico della pallavolo italiana, Andrea Lucchetta, ha presentato la sua ultima sfida: una serie animata dedicata (ovviamente) al mondo dello sport. Un cartone animato da lui voluto, pensato, costruito e prodotto insieme a Rai Fiction, con l'obiettivo di trasmettere ai bamnbini la sua esperienza sportiva, i valori dello sport e del gioco di squadra. Protagoniste della serie, nate dall'inventiva dell'ex pallavolista, sono le ragazze dello Spike Team: Jo, Victoria, Beth, Patty, Susan e Ann Mary. Giovani atlete, carine e determinate, tra i 15 e i 17 anni, che  saranno al centro di mirabolanti avventure sportive sotto la guida di un mister d’eccezione: l’avatar di Andrea Lucchetta, Lucky, un campione di volley decisamente fuori dal comune che tenterà di insegnare loro l’importanza dell’umiltà.

emozione

Spike Team

Spike Team racconta lo sforzo che queste ragazze dovranno fare per sottrarre la città di Evertown un tempo simbolo dello sport in tutte le sue forme, dalle mani rapaci di una donna d’affari senza scupoli, Madame A. Solo un luogo resiste alla sua spietata avanzata, condotta nel nome del consumismo e del calcolo economico. Si tratta dello Spikersfield College e il terreno su cui sorge non è in vendita. L’unico modo che la donna ha di appropriarsene è quello di partecipare al torneo di volley istituito dal mecenate Armand Alea, scomparso in circostanze misteriose. Il torneo però, mette in palio molto più di un semplice terreno. Nel museo del College infatti, viene custodita la mitica Torcia di Olimpia. Così in gioco c’è soprattutto la sopravvivenza dello sport e degli eterni valori che esso rappresenta.

Nel corso degli episodi - 26 in tutto, a breve in onda su Raidue - seguiremo queste giovani adolescenti mentre imparano, giocano, cadono, si rialzano. In una parola, crescono. Sportivi di tutto il mondo preparatevi: Crazy Lucky è tornato.

TI POTREBBE INTERESSARE