Home Storie Il bimbo cresce

Andare gattoni: le preoccupazioni delle mamme

di mammenellarete - 21.01.2009 - Scrivici

gattoni-225x300.180x120
La dottoressa Di Ronzo, esperta in psicoterapia cognitiva comportamentale, oggi ci parla del gattonamento. Quali sono le preoccupazioni in merito a questa fase di crescita del piccolo? I dubbi comuni, alla maggior parte delle mamme, riguardano il ritardo nel gattonamento: come mai il bambino, giunto già agli otto-nove mesi di vita, non riesce a mettersi a carponi e nemmeno a compiere alcun tipo di movimento?

Quali sono le risposte giuste per rassicurare le nostre mamme scettiche? Innanzitutto, è bene sottolineare, come riferiscono i pediatri, che ogni bambino ha i suoi tempi . A tal proposito, esistono quelli precoci e quelli che cominciano ad andare carponi, o camminare, più tardi.

La fase del gattonamento non è una fase obbligatoria. Alcuni piccoli possono anche saltarla e proiettarsi, direttamente, verso il suo mantenersi in equilibrio o verso i primi passi.

Esistono dei tempi per le fasi del piccolo: il gattonamento, il tirarsi su da solo e lo spostarsi autonomamente dovrebbero avvenire intorno agli 8 – 9 mesi o più tardi, intorno ai 12. Questi sono, comunque, tempi indicativi che possono variare da bimbo a bimbo.

Se il piccolo comincia a muoversi bisognerebbe aiutarlo e spronarlo?

Come in tutte le questioni esistono tesi contrastanti.

Alcuni esperti sostengono che, aiutare il piccolo, anche solo a mantenersi in equilibrio, serve a mostrargli sicurezza e questo lo inciterebbe al movimento.

Dall’altra parte abbiamo la tesi della naturalezza.

Lasciare che il piccolo faccia da sé, che cada, che abbia i suoi tempi (di modo che possa sperimentare e ricercare nuovi modi per muoversi), è uno dei metodi migliori per agevolarlo.

In effetti, i sostenitori dell’appena citata “tesi dell’autonomia del piccolo” giudicano l’aiuto offerto, come la possibilità di un rallentamento delle fasi di gattonamento, o primi passi che siano: il bambino si sentirà assistito e si abbandonerà all’adulto senza fare da sé.

In ogni caso, Mamme…non preoccupatevi! Ogni cosa a suo tempo!

Foto: Flickr

articoli correlati