Home Storie Il bimbo cresce

Alimentazione bambino: la prima colazione

di mammenellarete - 06.10.2009 - Scrivici

alimentazione_bambino_colazione_big.180x120
Il buongiorno si vede dal mattino! E una buona colazione è sinonimo di una buona giornata! La prima colazione, nell’alimentazione di un bambino, è una regola fondamentale che non andrebbe mai violata, sin dall’inizio dello svezzamento. Durante la conferenza di presentazione del mese dedicato alla nutrizione infantile, Andrea Poli, direttore scientifico di Nutrition Foundation of Italy (NFI) spiega l’importanza della prima colazione, perché costituisce “uno degli elementi portanti di uno schema dietetico equilibrato”. La colazione è fondamentale È il primo pasto dopo il digiuno notturno e serve a ripristinare le funzioni dell’organismo, a rimettere in sesto il livello di glicemia e fornire le risorse energetiche per affrontare la giornata.

Come sostiene il dott. Andrea Poli, la colazione “è essenziale per la sua capacità di controllare il senso di fame e di sazietà nel corso della giornata, e per il suo effetto favorevole nella prevenzione di numerose malattie degenerative dell’età adulta ed avanzata (come l’obesità, le malattie cardiovascolari, il diabete)”.

Come deve essere la colazione per un bambino?

Innanzitutto, è bene capire e concepire la colazione con la stessa valenza degli altri pasti principali, ossia pranzo e cena. Quindi, soprattutto per un bambino, dovrebbe essere completa, varia, equilibrata ed essere consumata in modo regolare.

Non dovrebbero mancare cibi che il corpo assume immediatamente, come zuccheri semplici derivanti dalla frutta o dal saccarosio in sé per sé (quello che aggiungiamo al latte, al tè o al caffè) e cibi a lento e progressivo assorbimento per creare una riserva utile all’organismo.

Continua il dott. Andrea Poli: ” È dunque importante che non manchino: il latte, importante sia per i bambini sia per gli adulti, perché ricco di calcio; i carboidrati; la frutta, ricca tra l’altro di fibra alimentare, che se assunta regolarmente modula sia i livelli di colesterolo che della glicemia.

La colazione, oltre a costituire un pasto fondamentale per rigenerare il corpo, deve essere un’abitudine da condividere in famiglia in modo tranquillo e sano, senza velocizzare i tempi, consumata con armonia per renderla un momento piacevole e un’azione inconscia… per iniziare bene la giornata.

È importante far concepire il momento del pasto, come un momento per insegnare le buone abitudini alimentari che si riveleranno fondamentali per instaurare, tra bambino e cibo, un rapporto non conflittuale.

Qualche volta, come sostiene il nostro dott. Poli, è bene anche variare il gusto della prima colazione cercando di assumere cibi diversi per concedere al palato del piccolo, quel tocco in più di bontà, aggiungendo qualche chicca gustosa come il cacao nel latte.

Fonte - Conferenza stampa mese della nutrizione infantile

Insegni le buone abitudini alimentari al tuo piccolo? Dillo sul nostro forum!

articoli correlati