capricci

Pianto del bambino, come comportarsi. I consigli dei genitori

Di mammenellarete
come-evitare-che-i-bambini-crescano-viziati_512b9139dd6ddc8ac55c2565faed7cc5-400x265
24 Settembre 2014
Il bimbo piange e fa i capricci: come comportarsi? Abbiamo chiesto una parere alle mamme e ai papà della nostra community on line. Ecco le risposte.
In certi momenti (soprattutto la sera quando siamo tutti a casa) la mia bambina di 2 anni e mezzo piange e fa i capricci, è inconsolabile. E' capitato anche a qualcuno di voi? Mamma.
Facebook Twitter Google Plus More

LE OPINIONI DELLE MAMME

1. Probabilmente la bimba è stanca.

Può darsi che tua figlia la sera sia stanca. Proponile qualche attività rilassante, come leggere insieme una fiaba sul divano o fare un gioco. Ma non ti mettere a guardare la tv o controllare la posta sul telefonino: lei in quel momento vuole il genitore tutto per sé! (Angela)

2. Smette di piangere solo se le lascio fare quello che vuole.

La mia ha 18 mesi e la sera, quando sente la parola nanna, piange disperata: all’inizio la assecondo, poi ho notato che smette di piangere solo se le lascio fare quel che vuole. E così la metto nel lettino, le do la sua copertina preferita e dopo pochissimo si addormenta. (Patrizia)

3. Dille o falle capire, con serenità, che se vuole qualcosa deve chiedertela con calma.

Se ti può consolare… sei in buona compagnia! Il mio consiglio? Dille semplicemente che se vuole qualcosa deve chiedertela anche lei con calma, se no non riesci nemmeno a capirla. Vedrai che la tua espressione calma e pacata a poco a poco lo rilassa. (Federica)

5. Se fa i capricci per ottenere qualcosa che secondo te non va data, dille con voce tranquilla di no.

Se fa i capricci per ottenere qualcosa che secondo te non va data, non cedere: dille semplicemente NO, con voce ferma e tranquilla, senza dilungarti in tante spiegazioni. Non mollare, altrimenti capisce che solo facendo i capricci ottiene quel che vuole. (Nadia)

LE OPINIONI DEI PAPA'

1. Ignorala se credi che siano solo capricci.

Se credi che siano solo capricci e non bisogni reali, ignorala: dopo un po’, se vede che non le dai retta e che “non funziona”, magari smette. (Angelo)

2. Piangere è il modo migliore per i piccoli di richiamare l'attenzione.

Quando fa i capricci, forse state parlando tra di voi e la ignorate? Oppure siete seduti a tavola con la testa rivolta al tg? Piangere è per loro il modo migliore per richiamare l’attenzione. Spegnete la tv e rendetela partecipe dei vostri discorsi, vedrete che smetterà. (Luigi)

3. Il pianto è una "sperimentazione" dei bimbi per conquistare l'autonomia.

Il pediatra ci ha detto che è una fase tipica tra i 2 e i 3 anni, una specie di sperimentazione per conquistare l’autonomia. Non per niente la chiamano “I terribili due anni”. Basta armarsi di pazienza e non dar troppo peso alla cosa, perché in pochi mesi passa. (Luca)

Da Nostrofiglio.it:

Tutto sul pianto dei bambini
Le 5 s per calmare il pianto del neonato
Capricci bambini: 20 trucchi per gestirli

GUARDATE IL VIDEO SUL PIANTO DEI BIMBI:

LE ULTIME STORIE