storie

Carnevale: come realizzare un scudo

Di Marzia Rubega
scudo-carnevale
6 febbraio 2014
Tra tornei, battaglie e sfide con spade e armature, le storie dei prodi cavalieri affascinano (quasi) ogni bambino. Un ottimo spunto a tema un Carnevale ai tempi dei castelli (magari, sfogliando insieme un libro), con un bel travestimento. Certo, uno scudo variopinto è un elemento indispensabile per l'equipaggiamento di un nobile guerriero: proviamo a costruirlo insieme.
Facebook Twitter More

Cosa serve

 

• 1 cartone resistente (ottimo quello delle classiche scatole marroni)

 

• 2 alette di cartone rettangolare (recuperate da uno scatolone)

 

• cartoncini di vari colori

 

• 1 vassoio rettangolare dei pasticcini

 

• colla vinavil

 

• nastro adesivo di stoffa nero (o altro colore)

 

• scotch trasparente largo

 

• forbici

 

• carta di giornale o cordoncino

 

• carta bianca e colori per disegnare lo stemma

 

Preparazione

 

La costruzione di uno scudo con materiale di recupero può sembrare un po' complessa ma tutto dipende dalle ambizioni dell'adulto (niente ansia da 'fai-da-te', please!) e dall'età del bambino. Questa 'versione' (che non è la riproduzione 'perfetta' di uno scudo medioevale) va bene per coinvolgere in modo divertente un bimbo intorno ai 4 anni.

 

Per prima cosa, prendete il cartone robusto (staccato da uno scatolone) che serve come base per lo scudo. Quanto alle dimensioni, va bene una lunghezza (altezza) di circa 40-42 cm - nel senso che il bimbo potrà tenere davanti a sé - e ogni lato è sui 20 cm.

 

Disponete il cartone su un tavolo, davanti a voi e al bimbo (nel senso che sembra un rombo), e procedete a rafforzare la struttura. Dietro alla base, in mezzo, incollate con tanto vinavil le alette rettangolari di cartone marrone: un'operazione che può eseguire il bimbo da solo. Quando è ben asciutto, tagliate, a destra e sinistra, due angoli della base (gli scarti sono due triangoli) ottenendo così una forma più o meno esagonale. In questo modo, la sagoma appare più lunga e stretta e assomiglia di più a uno scudo.

 

A questo punto, basta appoggiare un cartoncino colorato su quella che sarà la parte frontale dello scudo (noi abbiamo usato il blu notte) e incollarlo. Al centro, incollate, per tutta la lunghezza una striscia di cartoncino di un altro colore per creare un bel contrasto. Infine, mettete il vassoio dorato dei pasticcini in senso orizzontale sullo scudo e attaccatelo bene, tagliando poi gli angolini che fuoriescono.

 

Con il nastro adesivo di stoffa scura, rifinite tutti i bordi 'profilando' lo scudo (è sufficiente appoggiarlo e girarlo premendo bene, cosa che diverte i bimbi!) e usate lo scotch largo per plastificare le zone colorate.

 

Nella parte posteriore, infine, basta attaccare con lo scotch ai lati (o praticando piccoli fori nel cartone) un cordoncino resistente, molto bene teso, in modo che il bimbo possa afferrarlo. Un'alternativa è quella di usare tanti fogli di giornale arrotolati stretti stretti e poi applicati sempre con lo scotch grande.

 

L'ultimo passaggio è decidere insieme al bambino quale sarà il suo stemma da attaccare in mezzo alla parte luccicante. A seconda della abilità del genitore o del piccolo, è possibile disegnarlo direttamente su un foglio bianco (e poi attaccare la sagoma) o ricavarlo, semplicemente, ritagliando un'immagine, o una foto, di un animale, un personaggio, una figura.

 

Nel nostro caso, la scelta è caduta su un terribile drago (ricalcato e poi dipinto a tempere dal papà!), molto arrabbiato, perfetto per campeggiare sullo scudo, spaventando da lontano tutti gli avversari!

 

Ti potrebbero interessare anche…