Home Storie Allattamento

I tipi di latte per ogni fascia di età del bimbo

di mammenellarete - 24.05.2011 - Scrivici

allattare-400.180x120
Per ogni fase della crescita del bebé, è necessario un diverso tipo di latte. La natura provvede da sé ad apportare i giusti elementi nutritivi, ma se il latte della mamma non è disponibile o sufficiente? Ci sono molti tipi di latte artificiale o sostitutivo per ogni fascia di età.

---

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

Colostro

 

difese immunitarie

 

meconio

 

Latte materno Dopo i primi quattro-cinque giorni di allattamento, avviene la montata lattea, la fase di variazione dal colostro al latte vero e proprio. L'allattamento esclusivo è raccomandato fino ai primi sei mesi di età, periodo in cui avviene lo svezzamento. Nei mesi successivi, almeno fino ai due anni, il latte materno viene integrato con cibi semiliquidi e in seguito anche solidi.

 

 

Alternative al latte materno

 

Ci sono vari tipi di latte adatti alle varie fasce d'età del neonato, se il latte materno non è disponibile o sufficiente.

 

Il latte formulato (in polvere o liquido) è concepito per integrare il latte materno o per sostituirlo se la mamma non è in grado di allattare. È prodotto a partire dal latte vaccino o di soia, che poi vengono modificati per essere digeribili. La loro composizione si avvicina il più possibile a quella del latte maternoma non ha fattori immunitari, e pertanto i bambini allattati artificialmente risultano meno difesi contro le infezioni.

 

Latte di proseguimento: più ricco di minerali, vitamine, carboidrati e acidi grassi essenziali, risponde alle esigenze nutrizionali del bambino che ha ormai maturato la digestione, l'assorbimento intestinale, la funzionalità renale.

 

Il latte d'asina sembra avere caratteristiche molto simili al latte materno, e si usa in casi di forti intolleranze al lattosio o alla soia.

 

Il latte vaccino intero, sia fresco che a lunga conservazione, non deve essere somministrato a bambini di età inferiore ai 12 mesi perché non fornisce tutti i nutrienti essenziali nelle giuste quantità, e può causare disturbi nutrizionali. Il latte vaccino scremato invece non dovrebbe essere invece somministrato prima dei 24 mesi d'età, in quanto carente di grassi utili allo sviluppo del bambino.

 

Il latte di soia si usa nei casi di intolleranza al lattosio.

 

Latte vaccino ipoallergenico: le proteine animali vengono sottoposte a frammentazione per ridurre la capacità di determinare intolleranze.

 

Foto: Flickr

 

articoli correlati